15:39 05 Marzo 2021
Mondo
URL abbreviato
120
Seguici su

Un piccione viaggiatore, che è riuscito ad attraversare l'Oceano Pacifico e ad arrivare in Australia dagli Stati Uniti, ha affrontato il rischio di essere ucciso a causa delle preoccupazioni delle autorità locali sulla sua potenziale minaccia per la quarantena.

Il piccione viaggiatore Joe è stato risparmiato dalle autorità australiane, secondo le quali l'uccello non ha violato le regole di quarantena del paese.

"A seguito di un'indagine, il dipartimento ha concluso che è molto probabile che il piccione Joe sia australiano e non presenti un rischio per la biosicurezza", ha annunciato venerdì il Dipartimento dell'Agricoltura, dell'Acqua e dell'Ambiente australiano.

Il mese scorso il piccione è stato trovato in un cortile di Melbourne da un residente locale ed è stato chiamato Joe dopo la vittoria alle elezioni di Biden. L'uccello recava un'etichetta sulla zampa che suggeriva che fosse stato registrato in Alabama ed era stato visto l'ultima volta durante una gara in Oregon in autunno. Gli esperti ritengono che Joe "abbia fatto l'autostop su una nave mercantile".

L'uomo che ha trovato il piccione ha detto che i funzionari locali dell'Australian Quarantine and Inspection Service lo avevano contattato, chiedendogli di catturarlo: "Dicono che se viene dall'America, allora sono preoccupati per le malattie degli uccelli", ha detto ai media.

Secondo l'American Racing Pigeon Union, l'etichetta della gamba di Joe non era autentica.

"Il piccione trovato in Australia sfoggia un cinturino contraffatto e non deve essere abbattuto secondo le misure di biosicurezza, perché la sua vera casa è in Australia", ha detto il gruppo su Facebook.
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook