23:36 25 Febbraio 2021
Mondo
URL abbreviato
120
Seguici su

Più di 2.700 pagine di documenti, oltre a foto e video, tutto il materiale della CIA sugli UFO raccolto negli ultimi trent’anni ora è liberamente disponibile in un sito web.

Tutti i documenti declassificati dalla CIA a partire dagli anni ’80 riguardanti gli UFO, o come più correttamente vengono definiti oggi UAP - Unidentified Flying Object (Oggetti volanti non identificati), sono stati raccolti dal sito ‘The Black Vault’ e pubblicati online dall’archivio gestito dal fondatore John Greenwald Jr.

Si tratta di una massa di documenti in buona parte ottenuti attraverso una lunga serie di FOIA (Freedom Of Information Act) cioè richieste di dati e documenti alle pubbliche amministrazioni. Almeno 10mila FOIA in 25 anni asserisce Greenwald. Nel frattempo, per altro, la stessa CIA, per far fronte alle tante richieste, si era decisa a rilasciare un Cd-Rom con tutti i rapporti desecretati. Greenwald naturalmente ha comprato anche quello per essere sicuro di avere l’archivio completo anche se, scrive sul suo sito, strizzando l’occhio ai follower dietrologi che magari dal materiale archiviato si fossero aspettati qualcosa in più, che “Sebbene la CIA affermi che questa è la loro ‘intera’ collezione, in realtà non c’è modo di verificarlo”.

I documenti coprono una vasta serie di avvistamenti, incidenti e fenomeni, come i famosi video pubblicati dal Pentagono lo scorso aprile in cui dei piloti di caccia americani avvistano e provano ad inseguire degli oggetti misteriosi nei cieli, ma anche si trovano pagine su delle piccole esplosioni avvenute in Russia nel 1991 o cose ancora più bizzarre e difficili da correlare con gli oggetti volanti come la latitanza di Radovan Karadzic, l’ex presidente serbo-bosniaco poi condannato per crimini di guerra.

La pubblicazione di tale materiale arriva mesi prima che i funzionari del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti e delle agenzie di intelligence dovrebbero apparire davanti al Congresso e raccontare tutto quello che sanno sugli UFO, o gli UAP, che dir si voglia, ha riferito il New York Post. Una disposizione allegata al disegno di legge COVID-19 approvato alla fine di dicembre 2020 richiede a quanto pare che le agenzie "presentino un rapporto entro 180 giorni ai comitati dei servizi armati e dell'intelligence del Congresso sui fenomeni aerei non identificati".

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook