14:54 17 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
104
Seguici su

La tecnologia un tempo onnipresente per la visualizzazione di contenuti multimediali in browser Web e dispositivi mobili da oggi, 12 gennaio 2021, e per sempre non sarà più supportata. Il software è definitivamente dismesso e la casa ne consiglia vivamente la rimozione da tutti i computer.

Dopo un quarto di secolo di servizio la Adobe ha definitivamente bloccato Flash Player, il software per computer per contenuti creati sulla piattaforma Adobe Flash. Questo noto programma, che la maggior parte degli internauti ha scaricato sul proprio computer almeno una volta nella vita, serviva a visualizzare contenuti multimediali, eseguire complesse applicazioni Internet, e streaming di audio e video.

Flash Player era arrivato ad avere un vastissima base di utenti ed era molto popolare soprattutto per i giochi online e la animazioni.

Risulta che nel 2013 oltre 400 milioni su oltre 1 miliardo di desktop connessi si aggiornano alla nuova versione di Flash Player entro sei settimane dal rilascio della nuova versione di quell’anno.

Venne creato dalla Macromedia ma poi acquisito dalla Adobe nel 2005, che ha poi provveduto ai successivi sviluppi e alla distribuzione a livello planetario.

Tuttavia nel luglio 2017 la stessa Adobe preannunciò che avrebbe interrotto Flash Player alla fine del 2020. WebGL e WebAssembly sono state consigliate dalla casa californiana come alternative ora praticabili.

Perché il Flash Player viene dismesso dopo tanto successo?

Flash Player è stato sempre più criticato per le sue prestazioni, il consumo di batteria sui dispositivi mobili, il numero di vulnerabilità alla sicurezza che erano state scoperte nel software e la sua natura di piattaforma chiusa.

Ma soprattutto, molto incise sulle sorti del software la forte critica espressa dal co-fondatore di Apple, Steve Jobs, che nel 2010 pubblicò una lettera aperta in cui spiegava in dettaglio il motivo per cui la Apple non supportava e non avrebbe mai supportato Flash sulla sua famiglia di dispositivi iOS.

Il suo utilizzo è in seguito andato diminuendo anche a causa dei moderni standard web che consentono di soddisfare alcuni dei casi d'uso di Flash senza plug-in di terze parti.

Facebook, Netflix fanno già da tempo girare i video con altri sotfware e YouTube si è allontanato da Flash nel 2015 quando ha optato per HTML5.

Con un preavviso di tre anni, Adobe ha cercato di fornire tempo sufficiente a sviluppatori, designer e aziende per migrare i propri contenuti Flash verso nuovi standard. La tempistica della fine del ciclo di vita di Flash è stata coordinata con i principali fornitori di browser. Ora non resta a tutti i privati che hanno installata una versione del vecchio player di disinstallarlo dal computer, come si raccomanda la stessa Adobe.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook