16:23 25 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
161320
Seguici su

La nota piattaforma social ha bloccato in modo permanente l'account personale di Donald Trump e quello della sua campagna presidenziale.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha visto sospendere "in modo permanente" il suo account Twitter da parte della stessa piattaforma social.

A renderlo noto in un comunicato pubblicato sul blog della piattaforma è stato lo staff di Twitter, che ha chiarito come "dopo una attenta revisione dei tweet recenti e il contesto intorno a essi", abbia deciso di sospendere "in maniera permanente l'account per il rischio di ulteriori incitamenti alla violenza".

La stessa sorte è poi toccata all'account ufficiale della campagna dell'attuale capo di stato americano @TeamTrump, per motivazioni non dissimili a quelle che hanno portato alla chiusura del profilo personale del tycoon.

Attualmente l'unica pagina legata all'inquilino della Casa Bianca che rimane attiva è quella ufficiale del presidente degli Stati Uniti d'America, la quale viene però utilizzata unicamente per le comunicazioni ufficiali ed istituzionali.

La reazione di Trump

In seguito a tale mossa, Trump ha riferito di essersi messo all'opera per "costruire una nuova piattaforma nel prossimo futuro":

"Siamo in trattative con vari altri siti, e faremo presto un grande annuncio", aveva scritto Trump su Twitter prima che il suo account venisse bloccato.

Nel corso degli anni della sua presidenza Donald Trump ha utilizzato in maniera estremamente intensiva Twitter come principale piattaforma per la comunicazione, raggiungendo l'incredibile cifra di 90 milioni di follower in 4 anni.

Il comizio di Trump e l'assalto al Campidoglio 

Intervenendo ad un comizio a Washington il presidente in carica Donald Trump aveva esortato il vicepresidente Mike Pence a bloccare la certificazione del Congresso della vittoria di Joe Biden. A sua volta Pence ha rifiutato la proposta del presidente, sostenendo di non aver l'autorità per decidere quali voti elettorali dovrebbero essere conteggiati e quali no per la certificazione ufficiale del voto del Collegio Elettorale.

I sostenitori di Trump si sono poi diretti in massa verso il Campidoglio, riuscendo a rompere il cordone di polizia e ad entrare nelle sale del Congresso. Secondo le ultime informazioni, 5 persone sono rimaste uccise durante le proteste, 4 manifestanti, tra cui una veterana dell'aviazione militare americana, e un poliziotto.

A seguito dei disordini, i legislatori democratici al Congresso e persino qualche repubblicano, anche all'interno dell'amministrazione, avevano pensato alla destituzione di Trump dal mandato prima della scadenza naturale del prossimo 20 gennaio e all'apertura di un processo di impeachment.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook