07:21 08 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
Lo sviluppo del vaccino russo contro il coronavirus (279)
558
Seguici su

Dall'Organizzazione Mondiale della Sanità hanno fatto sapere di avere in programma la ricezione di tutti i dati dettagliati sul vaccino russo anti-Covid "Sputnik V" entro la fine di gennaio.

"Speriamo di ottenere il resto dei dati dall'Istituto Gamaleya, il produttore russo, entro la fine di gennaio", ha detto l'assistente del direttore generale dell'Oms Mariangela Simão.

Ieri si era saputo che l'Egitto avrebbe potuto avviare nel breve periodo nel Paese le sperimentazioni cliniche sul vaccino russo contro il coronavirus Sputnik V.

Prima ancora la Serbia aveva concordato la fornitura di 2 milioni di dosi di Sputnik V con il Fondo Russo per gli Investimenti Diretti e la Bolivia aveva registrato il vaccino russo.

Vaccino russo anti-Covid "Sputnik V"

L'11 agosto scorso la Russia ha registrato il suo primo vaccino contro il Covid-19, chiamato Sputnik V e sviluppato dagli scienziati del Centro di Epidemiologia e Microbiologia "Gamaleya". Il farmaco è commercializzato dal Fondo Russo per gli Investimenti Diretti, responsabile della conduzione delle trattative sull'esportazione e produzione all'estero di questo farmaco.

Il vaccino è costituito da due componenti e il vettore utilizzato per indurre la risposta immunitaria dell'organismo si basa su un adenovirus umano. Il vaccino viene somministrato due volte, in un intervallo di 21 giorni. Negli studi clinici ha mostrato un'efficacia del 100% contro i casi gravi di Covid-19, ovvero nessuno dei soggetti vaccinati nei test ha contratto sintomi gravi della malattia se infettato dal coronavirus.

Tema:
Lo sviluppo del vaccino russo contro il coronavirus (279)
Tags:
organizzazione mondiale della sanità, OMS, Russia, vaccino, Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook