21:26 15 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
342
Seguici su

I leader di tutto il mondo hanno espresso shock, indignazione e incredulità per le immagini provenienti mercoledì da Washington, dove i manifestanti pro-Trump hanno preso d'assalto il complesso del Campidoglio. Alcuni degli oppositori del presidente hanno descritto gli eventi come un tentativo di "colpo di stato".

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha espresso shock per l'attacco di mercoledì al Campidoglio, definendolo come una macchia sull'immagine della democrazia statunitense.

"Quanto accaduto negli Stati Uniti, un paese descritto come la cosiddetta 'culla della democrazia', ha assolutamente scioccato l'intera umanità... Lo consideriamo una vergogna per la democrazia", ha detto Erdogan - citato da 'Sputnik' Turchia - parlando con i giornalisti venerdì a Istanbul.

"Speriamo che l'insediamento di Biden il 20 gennaio sia pacifico e che l'America torni a essere in pace", ha aggiunto Erdogan, offrendo le sue condoglianze alle famiglie delle vittime di mercoledì e augurando ai feriti una pronta guarigione.

I commenti di Erdogan sono dello stesso tenore di quelli rilasciati da altri leader mondiali e nazioni come Boris Johnson, Emmanuel Macron, Angela Merkel e il Ministero degli Esteri cinese: tutti hanno condannato la violenza e criticato con diversi gradi di durezza Donald Trump.

Quattro manifestanti e un agente di polizia sono morti dopo l'assalto al Campidoglio di mercoledì, in cui sono stati registrati molti feriti e decine di arresti. Molti degli oppositori di Trump al Congresso hanno descritto gli eventi come un tentativo di "colpo di Stato" e hanno minacciato di avviare un procedimento di impeachment contro Trump qualora il suo gabinetto non lo rimuova.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook