02:17 19 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
143
Seguici su

I farmaci sono stati trasferiti all'inizio di questa settimana e devono ancora essere utilizzati.

"I vaccini sono destinati ai casi umanitari, e non ad alti funzionari palestinesi", ha detto il funzionario, secondo il notiziario notturno dell'ente pubblico israeliano Kan.

L'ufficio del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu e il coordinatore delle attività governative nei territori (COGAT) non hanno nè confermato nè smentito l'informazione.

Due settimane fa, le autorità sanitarie palestinesi hanno dichiarato di non aver chiesto a Israele di fornire o acquistare per loro conto vaccini contro il nuovo coronavirus. Tuttavia ieri si è saputo che l'ANP aveva cambiato idea questa settimana.

Un funzionario palestinese ha detto al Jerusalem Post che a "livello politico Israele deve decidere in merito" e che l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) stava aiutando il suo Paese a procurarsi vaccini da varie aziende.

I palestinesi hanno chiesto vaccini alla società AstraZeneca e al Fondo russo per gli investimenti diretti (RDIF) che commercializza il vaccino Sputnik V, e si prevede che riceveranno anche dosi dal programma WHO COVAX.

Secondo il ministero della Salute palestinese, le prime dosi dovrebbero raggiungere la Cisgiordania all'inizio di febbraio.

Correlati:

Palestina e Russia discutono l'utilizzo del vaccino Sputnik V
Palestina, Abbas disposto a riprendere i negoziati con Israele
Shock anafilattico dopo somministrazione vaccino Pfizer, Asp Catania informa Aifa
Tags:
Coronavirus, vaccino, Palestina, Israele
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook