12:07 19 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
130
Seguici su

Diversi Stati europei, compresa la Spagna, stanno attualmente implementando le campagne di vaccinazione dopo che il vaccino Pfizer/BioNTech è stato approvato con urgenza dalle autorità sanitarie del sindacato a dicembre.

Un focolaio di Covid è stato segnalato presso la residenza per anziani DomusVi Costa d'en Blanes a Calvià (Maiorca) dopo uno screening fatto il 3 gennaio, che ha spinto le autorità a intervenire per fermare la diffusione del virus.

Secondo 'El Pais', 55 inquilini della residenza (la metà) e 14 operatori sono risultati positivi al coronavirus dopo aver ricevuto il primo vaccino contro il Covid il 30 dicembre.

34 degli occupanti ora sono stati trasferiti negli ospedali locali di Maiorca dopo che il ministero della Salute ha preso il controllo della situazione poiché le misure adottate dalla direzione della DomusVi si sono rivelate insufficienti.

Il quotidiano afferma che 21 pazienti infetti si trovano ancora nella struttura, mentre i restanti 55 inquilini sono risultati negativi al virus ma rimangono in isolamento poiché entrati in contatto con i malati.

'El Pais' riferisce che 104 dei residenti hanno ricevuto la loro prima dose di vaccino contro il coronavirus e stavano aspettando il richiamo, che sarebbe stato somministrato 21 giorni dopo. Le operazioni di screening sono state effettuate prima della vaccinazione senza casi positivi registrati in precedenza, quindi si ritiene che il virus sia stato rilevato sul posto solo dopo la tornata di iniezioni. La teoria è che il vaccino contro il Covid inizi a funzionare solo dopo che è stato somministrato anche il richiamo

Il vaccino in questione non è stato rivelato. Va in ogni caso fatto presente che la Spagna ha finora impiegato solo i vaccini Pfizer/BioNTech, che sono stati approvati dalla European Medicines Agency (EMA) alla fine di dicembre.

Mercoledì l'EMA ha approvato anche il vaccino Moderna per implementare le vaccinazioni in tutta l'Unione Europea. 

Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook