18:00 18 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
260
Seguici su

Mohsen Fakhrizadeh, importante scienziato iraniano ritenuto uno degli sviluppatori del programma nucleare iraniano, è stato assassinato fuori Teheran il 27 novembre. L'Iran ha accusato per questo Israele e ha promesso di vendicare la sua morte nonostante Tel Aviv non abbia mai confermato le accuse.

Il Ministro della Difesa iraniano ha rivelato che ci sono "prove serie" del "coinvolgimento diretto" di Israele nell'assassinio del più importante scienziato iraniano, Mohsen Fakhrizadeh. Lo hanno riferito i media della Repubblica islamica.

Mercoledì il brigadier-generale Amir Hatami ha indirizzato una lettera agli omologhi ministri della Difesa in più di 60 paesi, evidenziando che Fakhrizadeh, Viceministro della Difesa e capo dell'Organizzazione per la ricerca e l'innovazione del ministero della Difesa iraniano, è stato l'ennesima vittima delle "uccisioni mirate" di scienziati iraniani da parte dei servizi di spionaggio israeliani.

Mentre elogiava i principali risultati scientifici raggiunti da Fakhrizadehi e i progetti di ricerca da lui condotti, Hatami ha sottolineato la necessità di mettere da parte i doppi standard nell'approccio internazionale al terrorismo di Stato.

Il Ministro della Difesa ha anche avvertito che l'Iran si riserva il diritto di vendicarsi dell'assassinio, deplorando il silenzio globale in relazione a "questo atto disumano, illegittimo e criminale", un atteggiamento che, se perpetrato, servirebbe solo ad alimentare l'insicurezza globale.

Mohsen Fakhrizadeh è stato assassinato per mezzo di un attacco terroristico su più fronti in una piccola città a est di Teheran il 27 novembre 2020.

La Repubblica islamica si è affrettata a incolpare Israele per l'assassinio, sostenendo che fosse nel suo interesse eliminare lo scienziato nucleare iraniano che si supponeva impegnato nella costruzione dei reattori atomici del Paese. Tel Aviv non ha né confermato né smentito le accuse.

Nel frattempo Teheran ha promesso che "la punizione definitiva" sarebbe arrivata ai trasgressori "al momento giusto".

In un messaggio diffuso subito dopo l'incidente, il leader della rivoluzione islamica, l'Ayatollah Seyyed Ali Khamenei, ha invitato a "indagare su questo crimine e perseguire fermamente i suoi autori e i suoi mandanti".

Fakhrizadeh era l'unico scienziato iraniano il cui nome è stato apertamente menzionato dal Primo Ministro israeliano Benjamin Netanyahu in televisione nel 2018. Netanyahu all'epoca aveva affermato che Israele era entrato in possesso di documenti riservati che mostravano come Fakhrizadeh stesse segretamente lavorando sul programma nucleare "segreto" dell'Iran, aggiungendo di "ricordare quel nome".

Il governo iraniano ha ripetutamente insistito sul fatto che il progetto è stato abbandonato nel 2003 e che tutta la ricerca e l'attività nucleare sono per scopi pacifici.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook