10:19 23 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
6518
Seguici su

Il tribunale di Londra ha detto no alla scarcerazione di Assange su cauzione. Rimarrà in custodia cautelare in attesa dell'appello da parte degli Stati Uniti per ottenere la sua estradizione.

La giudice Vanessa Baraitser ha rifiutato di concedere la libertà su cauzione a Julian Assange.

La giudice Baraitser ha basato la sua decisione sul fatto che il governo degli Stati Uniti sta impugnando la sentenza in cui è stata respinta l'estradizione di Assange.

Secondo il magistrato, ci sono "fondati motivi per credere" che Assange avrebbe ancora cercato di fuggire e avrebbe potuto utilizzare una "vasta" rete di supporto per farlo, tra cui quella dell'ex agente dell'NSA statunitense Edward Snowden.

Il fondatore di WikiLeaks ha trascorso 15 mesi nella prigione di massima sicurezza di Belmarsh esclusivamente in custodia cautelare, in quanto ha contestato la sua estradizione negli Stati Uniti con l'accusa di spionaggio in relazione al suo ruolo nell'ottenimento e nella pubblicazione di documenti riservati, che hanno rivelato crimini di guerra commessi dalle forze armate statunitensi.

La decisione di rifiutare la libertà su cauzione arriva dopo che la giudice Baraitser aveva respinto la richiesta di estradizione di Assange negli Stati Uniti, dove deve affrontare un processo per spionaggio, dal momento che sussisteva il forte rischio che l'imputato avrebbe potuto suicidarsi durante la carcerazione preventiva in America. Tuttavia la sua sentenza è stata pesantemente criticata per aver gettato "un'ombra sul giornalismo investigativo" in tutto il mondo.

Tags:
Wikileaks, USA, Regno Unito, Giustizia, Julian Assange
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook