14:58 17 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
214
Seguici su

A riferirlo è il segretario alla Difesa americano Chris Miller, che ha annullato l'ordine di trasferimento della portaerei precedentemente assegnatole.

In seguito alle "minacce" ricevute da parte iraniana, il Pentagono ha deciso di lasciare in Medio Oriente la portaerei USS Nimitz, che da programmi si sarebbe dovuta ritirare nel prossimo periodo.

A riferirlo è il segretario alla Difesa degli Stati Uniti Chris Miller:

"A causa delle recenti minacce rivolte dai leader iraniani al presidente Donald Trump e ad altri funzionari pubblici degli Stati Uniti ho ordinato di bloccare il trasferimento della Nimitz dalla Regione. La Nimitz rimane al suo posto nella zona delle operaizoni del Comando centrale delle Forze armate USA", si legge nel comunicato ufficiale di Miller, nel quale non viene peraltro fatto riferimento alla natura delle minacce ricevute.

In precedenza i media americani avevano riferito che la Nimitz è l'unica portaerei americana attualmente dislocata in Medio Oriente e che il suo trasferimento era già stato autorizzato.

Le tensioni tra USA e Iran

Le dichiarazioni di Miller arrivano sullo sfondo del profondo deterioramento dei rapporti bilaterali tra USA e Iran e delle voci dei giornali su un possibile attacco preventivo di Washington contro Teheran che potrebbe essere ordinato prima dell'inaugurazione della nuova presidenza Biden il 20 gennaio.

Alla fine di dicembre l'Iran ha acucsato 48 persone di essere direttamente coinvolte nella morte del generale e capo dei Quds, la Guardia Rivoluzionaria Islamica, Qasem Soleimani, nel corso di un'operazione organizzata dagli Stati Uniti il 3 gennaio 2020.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook