12:10 22 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
205
Seguici su

Nicolas Maduro ha chiarito che lo sblocco degli asset sarebbe stato di fondamentale importanza per l'acquisto delle dosi di vaccino anti-Covid necessarie per la popolazione venezuelana.

Sono dichiarazioni importanti, quelle rilasciate nelle scorse dal presidente Nicolas Maduro, il quale ha accusato i Paesi occidentali di aver rifiutato la richiesta di scongelamento dei fondi per l'acquisto del vaccino contro il COvid-19.

Stando a quanto riferito dal numero uno di Caracas, a dare parere negativo sulla richiesta sono stati i governi di Portogallo, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti d'America:

"I governi di Portogallo, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti e le loro istituzioni finanziarie hanno congelato e bloccato i nostri fondi per accedere al vaccino. Abbiamo fatto richiesta, attraverso l'Organizzazione Mondiale del Commercio, di poter aver accesso a tali fondi, ma ci è stato rifiutato", ha riferito Maduro nel corso di un vertice sulla Sanità.

Il presidente ha quindi precisato che il vicepresidente Delcy Rodriguez ha tenuto dei colloqui a tal merito con i quattro inistri degli Esteri dei Paesi in questione, ricevendo ancora una volta parere negativo.

Il congelamento degli asset venezuelani all'estero è stato imposto dagli Stati Uniti e da altri Paesi occidentali nell'ambito delle sanzioni al Venezuela.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook