01:51 17 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
0 10
Seguici su

L'ufficio stampa dei vigili del fuoco berlinesi ha reso noti i dati sulle chiamate ricevute nella notte tra il 31 dicembre ed il primo gennaio.

Secondo la prassi usuale, dalle 19.00 di giovedì alle 03.40 di venerdì, i vigili del fuoco di Berlino hanno lavorato in modalità "emergenza".

Tradizionalmente, a Berlino la notte dell'ultimo dell'anno vengono lanciati fuochi d'artificio e petardi, facendo aumentare il numero di chiamate ai vigili del fuoco.

Per questo capodanno tuttavia erano state implementate ulteriori misure restrittive tra cui il divieto di raduni di persone in grandi gruppi e di lanciare fuochi d'artificio in 54 zone, per i quali era stata sospesa completamente la vendita.

Tuttavia, i residenti della città hanno fatto in modo di utilizzare articoli pirotecnici, pur, secondo le osservazioni di un corrispondente di Sputnik, in maniera molto più discreta.

Nella notte di Capodanno i vigili del fuoco hanno impiegato i rinforzi; in totale, sono state coinvolte circa un migliaio e mezzo di persone, il che è tre volte di più rispetto a una notte regolare. Dalle 19:00 del 31 dicembre alle 07:00 di venerdì, i vigili del fuoco sono intervenuti su 862 chiamate, di cui 211 per domare incendi e accensioni e 556 per prestare assistenza (i vigili del fuoco svolgono anche il ruolo di pronto soccorso ai feriti). Un anno fa, ci fu quasi il doppio delle chiamate: 1523, di cui 617 per incendi e 806 per assistenza.

Questa volta sono stati registrati meno attacchi ai vigili del fuoco e alle loro attrezzature: cinque contro le 24 di un anno fa.

Anche la polizia di Berlino, impegnata con quasi 3500 agenti in servizio, ha definito la notte di Capodanno "molto più tranquilla".

La polizia ha sottolineato che gli articoli pirotecnici sono stati usati su scala molto inferiore rispetto al solito.

In totale, la polizia ha ricevuto 2.765 chiamate di emergenza, 300 in meno rispetto all'anno scorso.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook