14:45 17 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
0 30
Seguici su

L'appello del segretario delle Nazioni Unite arriva a pochi giorni dall'inasprimento delle tensioni tra il governo libico di Khalifa Haftar e la Turchia per la presenza di truppe di Ankara nel Paese nordafricano.

Il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, ha fatto richiesta ai Paesi membri delle Nazioni Unite di nominare i loro osservatori da inviare in Libia con il compito di verificare l'effettivo rispetto del cessate il fuoco nello stato nordafricano.

Inoltre, ha chiarito Guterres, tali osservatori saranno tenuti a mettere a punto un sistema di elezione del nuovo primo ministro.

L'appello arriva in una missiva indirizzata agli stati membri del Consiglio di Sicurezza:

"Chiedo a tutti gli enti locali, regionali e internazionali a rispettare gli esiti dell'accordo sul cessate il fuoco e ad assicurare la sua implementazione senza ritardi. Invito tutti gli stati membri e le organizzazioni regionali a supportare il meccanismo per l'implementazione del cessate il fuoco, ivi compreso l'invio di personale per l'osservazione sotto la supervisione delle Nazioni Unite", si legge nella nota.

In conclusione Guterres ha richiamato tutti i Paesi ad attenersi all'embargo sugli armamenti imposto dalle Nazioni Unite alla Libia, il quale è stato definito "soggetto a flagranti violazioni".

La situazione in Libia

In Libia continua lo scontro tra il Governo di Accordo Nazionale Fayez Sarraj, che controlla Tripoli ed i territori nella parte occidentale del paese, e l'Esercito Nazionale Libico (LNA) sotto il comando del maresciallo Khalifa Haftar, che collabora con il parlamento ad est.

Il GNA è sostenuto dalla Turchia mentre l'LNA dall'Egitto.

Lo scorso 23 ottobre la Commissione militare congiunta per la Libia (JMC) ha raggiunto un importante accordo per il cessate il fuoco nel corso della Conferenza 5+5 tenutasi a Ginevra.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook