06:33 08 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
Coronavirus nel mondo: oltre 30 milioni contagiati (384)
4113
Seguici su

Un ospite in una casa di riposo a Lucerna, in Svizzera, è morto dopo essere stato vaccinato contro il coronavirus con il preparato sviluppato dalla Pfizer, tuttavia le autorità sanitarie elvetiche ritengono improbabile il legame tra la vaccinazione e il decesso.

La vaccinazione di massa contro il coronavirus in Svizzera è iniziata il 23 dicembre. Al momento il Paese utilizza solo il vaccino sviluppato dall'americana Pfizer e dalla tedesca BioNTech, approvato dall'autorità elvetica di regolamentazione del mercato farmaceutico (Swissmedic).

"Pochi giorni dopo la vaccinazione contro il Covid-19 in una casa di riposo nel cantone di Lucerna, è morto un uomo di 91 anni che soffriva di diverse gravi patologie. Né la storia medica né il decorso acuto della malattia suggeriscono un legame diretto tra la somministrazione del vaccino e il decesso. Il quadro clinica identifica nelle malattie preesistenti la causa naturale di morte", si legge in una nota di Swissmedic.

Si nota che al momento non si sono verificati effetti collaterali sconosciuti durante la vaccinazione contro il coronavirus.

In precedenza il giornale Time of Israel aveva segnalato il decesso di una seconda persona nello Stato ebraico dopo la somministrazione del vaccino anti-Covid della Pfizer.

Vaccinazione in Italia e Europa contro il Covid-19

Ricordiamo che domenica 27 dicembre in Italia, così come nella maggioranza dei Paesi della Ue, è iniziata la campagna di vaccinazione contro il coronavirus. Le prime tre dosi di vaccino sono state somministrate su tre operatori sanitari all'Istituto Spallanzani di Roma. In questi primi giorni di vaccinazione da politici e virologi sono stati fatti molti appelli a difesa del vaccino e a sostegno dell'importanza di vaccinarsi.

Tema:
Coronavirus nel mondo: oltre 30 milioni contagiati (384)
Tags:
Medicina, vaccino, Coronavirus, Svizzera
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook