09:55 23 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
317
Seguici su

Le dosi destinate all'Italia sono giunte sabato allo Spallanzani di per iniziare la campagna di vaccinazione contro il Covid-19. La prima persona a ricevere il vaccino sarà l'infermiera Claudia Alivernini.

Tutta l'Europa sulla linea di partenza per dare il via alla campagna di vaccinazione contro il Covid-19. Il tanto atteso Vax Day è finalmente giunto e domenica 27 dicembre tutti gli Stati europei inizieranno la somministrazione delle prime dosi del vaccino Pfizer/Biontech, dopo l'ok  dell'Agenzia Europea per il Farmaco (EMA) arrivato con un anticipo di 8 giorni rispetto al calendario annunciato. 

"Oggi iniziamo a voltare pagina in un anno difficile. Il Vax Day europeo è un toccante momento di unità e una storia di successo. La vaccinazione è la via d'uscita duratura dalla pandemia", ha detto ieri la Von Der  Leyen in un video diffuso sui social.

Non tutti i Paesi inizieranno oggi la loro campagna. La Germania ha già vaccinato la prima persona, la signora Edith Kwoizalla, di 101 anni, nella Sassonia-Anhalt, che ha ricevuto il vaccino assieme al personale della casa di cura in cui risiede. In tutti i lander la data ufficiale resta oggi. Hanno giocato di anticipo anche Slovacchia e Ungheria, dove il V-Day è stato sabato 26 dicembre.

Il Vax Day in Italia

L'Italia ha ricevuto ieri le 9.750 dosi di vaccino per poter dare il via alla campagna. Partito il 24 dicembre da Bruxelles il giorno di Natale il furgone Pfizer hcon il prezioso antitodo al Covid-19 ha raggiunto Roma e il 26 dicembre le fiale sono state depositate allo Spallanzani. 

Sarà una donna la prima persona a ricevere il vaccino. L'infermiera Claudia Averlini verrà vaccinata alle 8.00 all'Istituto Spallanzani di Roma. 

Le fiale hanno viaggiato ad una temperatura di -75° e verranno consegnati sul territorio italiano dai furgoni dell'esercito. La regione che riceverà più fiale sarà la Lombardia, la più colpita ma anche la più popolosa con i suoi 10 milioni di abitanti. 

La campagna di vaccinazione in Italia

Si parte dal Lazio dove saranno coinvolti 955 operatori sanitari, 280 nelle provincie, 560 a Roma, 115 tra le unità mobili Uscar e l'Ares. La vaccinazione in Italia non sarà obbligatoria e sarà gratuita per tutti. 

Dal 28 dicembre di prevede la consegna di 450 mila dosi settimanali per andare avanti con il piano vaccini.

Si procederà gradualmente a vaccinare le categorie più esposte al virus con priorità per operatori sanitari ed anziani ultra-ottantenni. Secondo quanto prevede il commissario Arcuri la campagna di vaccinazione di massa potrebbe raggiungere il suo obiettivo a cavallo dell'estate. 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook