11:31 24 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
1 0 0
Seguici su

Un incendio esploso sabato mattina nel reparto Covid-19 di una clinica privata nei pressi del Cairo ha causato diversi morti e feriti tra i pazienti in terapia intensiva.

Sono almeno sette i malati Covid sono rimasti uccisi intrappolati nelle fiamme di un incendio esploso nel reparto di terapia intensiva ospedale egiziano. Lo riferisce Associated Press. 

La polizia ha riferito che il rogo si è sviluppato all'interno di una clinica privata di Obour, un distretto periferico della regione del Cairo.

Non è ancora chiara l'origine delle fiamme. Un'inchiesta iniziale menzionata dall'agenzia al-Ahram ipotizza che un corto circuito abbia scatenato l'incendio che ha avvolto il reparto Covid della clinica. 

Sarebbero almeno 5 i pazienti feriti, già evacuati e trasferiti assieme agli altri degenti in ospedali vicini. L'incendio è stato spento dai vigili del fuoco. 

Lo scorso giugno un incendio simile ha causato sette morti e un ferito nella clinica privata “El Badrawy” nella zona Sidi Beshr, ad Alessandria. Le vittime, sei uomini e una donna, sarebbero tutte morte soffocate. A maggio si è verificato un altro incendio in un centro quarantena del Cairo per persone positive al coronavirus, senza causare vittime.

Un incendio causato dall'esplosione di una bombola d'ossigeno ha provocato 8 morti nel reparto di terapia intendiva dell'ospedale dell'Università Sanko a Gaziantep, nella Turchia meridionale. Le vittime avevano tutti un'età compresa tra i 56 e gli 85 anni ed erano pazienti Covid.

Tags:
Coronavirus, Cairo, Egitto
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook