12:01 22 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
4218
Seguici su

Lo studio di YouGov fa emergere inoltre una tendenza dei giovani ad essere maggiormente aperti all'ipotesi di vaccinazione rispetto agli over 55.

La maggioranza dei tedeschi teme possibili effetti collaterali risultanti dalla vaccinazione contro il coronavirus. Lo riferisce l'agenzia DPA, basandosi sui dati di una rilevazione effettuata da YouGov.

Stando ai dati, ben il 57% dei cittadini tedeschi avrebbe esternato il proprio timore, sebbene tale dato entri in conflitto con quello che descrive oltre i due terzi della popolazione della Repubblica Federale disposta a farsi somministrare il vaccino, contro appena il 19% di coloro che hanno opposto un rifiuto categorico a tale possibilità.

Il 32% degli intervistati ha poi espresso la propria volontà a vaccinarsi immediatamente, mentre il 33% si è detto disponibile a farsi somministrare il preparato solo dopo che saranno noti eventuali effetti collaterali dello stesso. Gli indecisi, invece, costituiscono il 16% del campione.

Andando ad analizzare i dati per fasce di età, emerge inoltre che le persone più giovani, ovvero quelle collocate nella fascia di età tra i 18 e i 24 anni, sono ben più disposte a farsi vaccinare (54%) rispetto agli over 55, dove tale percentuale scende in maniera drastica (7%).

Le vaccinazioni anti-Covid in Germania

Come in tutti i Paesi dell'Unione europea, le vaccinazioni in Germania avranno inizio domenica 27 dicembre: stando al piano previsto dal Ministero della Salute il preparato sarà somministrato in primo luogo agli individui di età superiore agli 80 anni, al personale medico sanitario e delle RSA.

Entro la fine di marzo il governo federale prevede di importare 12 milioni di dosi di vaccino ed è stato già reso noto che entro l'estate a tutti i cittadini sarà proposto di vaccinarsi.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook