22:29 15 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
0 10
Seguici su

Inizialmente si prevedeva che Londra avrebbe rinnovato con degli accordi esterni la partecipazione al programma Erasmus, ma l'annuncio del capo della diplomazia europea e la conferma di Boris Johnson hanno rivelato che non sarà così.

Nonostante l'accordo raggiunto ieri sulla Brexit tra Bruxelles e Londra, il governo del Regno Unito ha deciso di ritirarsi dal programma di scambio internazionale Erasmus per propria scelta politica.

A riferirlo è stato il capo negoziatore Ue, Michel Barnier il quale ha espresso il proprio rammarico per la decisione di Downing Street:

«Ho solo due rimpianti per quanto riguarda la nostra cooperazione sociale: in primo luogo, il governo britannico ha deciso di non partecipare al programma di scambio Erasmus. In secondo luogo, il livello di ambizione in termini di assistenza alla mobilità non è in linea con i nostri legami storici, ma anche questa è una scelta del governo britannico", ha chiarito Barnier.

La notizia, che non era nell'aria dopo le rassicurazioni del ministro dell'Istruzione Skidmore di mantenere gli accordi per la partecipazione ad Erasmus+, è stata commentata dal premier Boris Johnson, il quale ha motivato la scelta dal punto di vista economico, in virtù del grande costo dell'Erasmus per le casse britanniche.

Inoltre, BoJo si è sbilanciato, annunciando la creazione di un programma alternativo che sarà intitolato al noto matematico Alan Turing, lo scienziato che durante la Seconda guerra mondiale inventò la macchina di decriptazione che riuscì a decifrare i codici della macchina Enigma dei tedeschi.

"Stiamo costruendo un programma di interscambio universitario per gli studenti britannici perché vogliamo che abbiano la possibilità di formarsi nelle migliori università del mondo", è stato l'annuncio del primo ministro.

Visti per gli studenti di scambio

Per quanto riguarda gli studenti che vorranno andare a studiare in Europa dal Regno Unito e viceversa, sarà inoltre introdotto un sistema di visti che saranno indispensabili al fine di poter soggiornare.

L'unica eccezione a tale regola sarà costituita dall'Irlanda, per la quale esisterà un accordo di libera circolazione con la Gran Bretagna.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook