14:02 17 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
713
Seguici su

Si tratta del secondo episodio di violenza da parte della polizia nel giro di appena un paio di settimane.

Indignazione negli Stati Uniti in seguito all'ennesima uccisione di un uomo di etnia afroamericana da parte di un poliziotto, che avrebbe aperto in fuoco nonostante la vittima fosse disarmata.

L'episodio è avvenuto a Columbus, nello stato dell'Ohio, proprio in una città in cui un episodio del genere era accaduto qualche settimana fa.

Andre Maurice Hill, 47 anni, si trovava nel garage di un'abitazione nella notte tra il 21 e il 22 dicembre, quando è stato raggiunto da diversi proiettili di arma da fuoco esplosi dall'agente di polizia,

Secondo quanto si apprende, le forze dell'ordine erano giunte sul luogo dell'incidente in seguito ad una segnalazione.

Le immagini della bodycam dell'agente hanno mostrato la scena, nella quale è possibile come Hill, prima di essere freddato, si stesse avvicinando all'agente con in mano un telefono cellulare nella mano sinistra, con l'altra mano non distinguibile.

Non sono ancora chiari i motivi per i quali l'agente abbia aperto il fuoco, ma le autorità hanno assicurato che sarà aperta un'inchiesta per chiarire le responsabilità dell'accaduto.

L'agente responsabile dell'accaduto è stato nel frattempo sospeso dal servizio e sarà sentito il 28 dicembre dal direttore della sicurezza pubblica della città.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook