01:15 03 Marzo 2021
Mondo
URL abbreviato
5324
Seguici su

Nonostante il responso del Collegio dei Grandi Elettori, che lo scorso 14 dicembre ha di fatto eletto Joe Biden come nuovo presidente degli USA, l'attuale capo di stato americano non si dà per vinto e denuncia i brogli delle elezioni.

Non c'è pace neanche a Natale per il presidente in carica degli Stati Uniti Donald Trump che, con l'ennesimo tweet al vetriolo, ha riaffermato ancora una volta quella che è la sua verità su quanto accaduto durante le recenti elezioni presidenziali del 3 novembre.

Secondo Trump, infatti, non ci sarebbe motivo di mettere in discussione la frode elettorale avvenuta in occasione delle votazioni da parte del Partito democratico, dal momento che essa sarebbe palese e visibile agli occhi di tutti:

"La frode elettorale non è una teoria cospiratoria ma un fatto", è stata l'eloquente pubblicazione del numero uno della Casa Bianca.

​Trump ha quindi rincarato la dose nei confronti dei suoi avversari politici, raccontando in un altro posto come "in Florida, in un incontro tutti si chiedevano perché i Repubblicani non sono in armi per combattere i Democratici che hanno rubato elezioni presidenziali truccate".

Il risultato delle presidenziali americane

Lo scorso 14 novembre i Grandi Elettori hanno votato per eleggere il futuro presidente degli Stati Uniti, confermando la vittoria di Biden nelle elezioni presidenziali del 3 novembre.

Biden ha ottenuto 306 voti contro i 232 di Trump. Per entrare alla Casa Bianca un candidato deve ricevere 270 voti elettorali.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook