21:21 09 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
150
Seguici su

In precedenza, il ministero degli Esteri colombiano aveva affermato che due diplomatici russi dovevano lasciare la Colombia a causa del mancato rispetto della Convenzione di Vienna, e che il paese latinoamericano era determinato a mantenere buoni rapporti con Mosca.

La Russia ha dichiarato personae non gratae due dipendenti della missione diplomatica della Colombia a Mosca, ha dichiarato il ministero degli Esteri russo.

"Il 22 dicembre, l'ambasciatore della Colombia in Russia Alfonzo Lopez Caballero è stato convocato al ministero degli Esteri russo per ascoltare la protesta contro la decisione infondata della parte colombiana di espellere due diplomatici dall'ambasciata russa a Bogotà. Questo non lo è in linea con le relazioni tradizionalmente amichevoli e rispettose tra Russia e Colombia... All'ambasciatore è stato detto che la parte russa, guidata dal principio di reciprocità, dichiara personae non gratae due membri dello staff della missione diplomatica della Colombia a Mosca", ha dichiarato il ministero degli Esteri russo.

Martedì, il quotidiano Tiempo ha riferito, citando fonti del governo colombiano, che due diplomatici russi sono stati espulsi per sospette attività di intelligence.

A sua volta, la Russia più di una volta ha dichiarato infondate le accuse di interferenza negli affari interni di altri stati.

Correlati:

Ambasciatore russo convocato al ministero degli Esteri britannico per caso Navalny
Ministero Esteri russo: da Germania nessun nuovo dato su Navalny, solo dichiarazioni
Ministero degli Esteri russo risponde alle accuse dell'Occidente sul caso Navalny
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook