10:24 19 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
0 0 0
Seguici su

I giganti tecnologici statunitensi Facebook e Alphabet (società madre di Google) nel 2018 hanno concordato di collaborare nel caso di una possibile indagine antitrust sulla loro attività pubblicitaria online, ha riferito il Wall Street Journal martedì, citando una causa che contiene documenti interni di Google.

Il media nota, citando una versione non redatta di una causa intentata da 10 stati contro Google la scorsa settimana, che le due società hanno raggiunto un accordo nel settembre 2018, in cui Facebook accettava di non competere con gli strumenti di pubblicità online di Google in cambio di speciali trattamento quando li avrebbe usati.

La scorsa settimana, 38 procuratori generali di diversi stati degli Stati Uniti hanno intentato una causa antitrust contro Google per il suo monopolio nel mercato della ricerca su Internet attraverso contratti e comportamenti anticoncorrenziali. Il 16 dicembre, un gruppo di procuratori generali, guidato dal Texas, ha intentato una causa separata relativa alla posizione dominante di Google nella pubblicità online. Le due cause possono essere unite.

Secondo la pubblicazione, Google e Facebook erano consapevoli che il loro accordo avrebbe potuto portare a indagini antitrust e hanno discusso le opzioni per affrontarle.

Il media ha detto, citando documenti, che le due società tecnologiche hanno accettato di "cooperare e assistersi a vicenda nel rispondere a qualsiasi azione antitrust" e "informare prontamente e completamente l'altra parte di qualsiasi comunicazione governativa relativa all'accordo".

Un portavoce di Google ha commentato al giornale che tali accordi sono una pratica abbastanza comune. Inoltre, ha osservato che Google non fornisce a Facebook alcun privilegio e non fornisce alla società alcun dato inaccessibile ad altri.

Google nega da tempo le accuse di monopolio, sostenendo che la sua attività va a vantaggio dei consumatori.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook