01:19 03 Marzo 2021
Mondo
URL abbreviato
0 10
Seguici su

La situazione nel Paese africano resta tesa dopo un conflitto militare tra governo federale e militanti della regione del Tigré, che ha causato migliaia di morti e costretto quasi un milione di persone a fuggire dalle proprie case.

Secondo un'agenzia di stampa statale, una bomba è esplosa ad Addis Abeba, la capitale dell'Etiopia, uccidendo tre persone.

L'Ethiopian News Agency ha riferito che l'esplosione è avvenuta nella zona di Lideta vicino al centro della città.

"Un'indagine sull'esplosione è ora in corso e il pubblico verrà informato una volta che l'indagine sarà completata", ha osservato l'agenzia di stato.

La crisi in Etiopia

La situazione in Etiopia è tesa dal 2019, quando il Fronte di liberazione popolare del Tigré (TPLF) ha lasciato la coalizione di governo del primo ministro Abiy Ahmed. Le autorità regionali hanno rifiutato di seguire l'ordine federale per rinviare le elezioni a causa della pandemia di coronavirus. Il Tigré ha tenuto le elezioni, ma i risultati non sono mai stati riconosciuti da Addis Abeba.

Dopo un attacco a una base militare federale nel Tigré, il governo centrale ha lanciato un'operazione contro la regione e ha preso il controllo delle sue città, inclusa la capitale regionale Mekele.

Correlati:

Etiopia, Ue blocca gli aiuti fino alla risoluzione della crisi del Tigré
Tigrè sotto attacco, primo ministro Etiopia ha chiuso negoziato con TPLF
L'esercito etiope avvia la "fase finale" delle operazioni nel Tigré, puntando sulla città di Macallè
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook