22:48 15 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
120
Seguici su

Il rogo si è diramato in seguito all'esplosione di una bombola di ossigeno, avvenuta nell'ospedale dell'Università Sanko a Gaziantep. Le vittime erano tutte pazienti Covid.

Otto pazienti Covid sono state uccide dalle fiamme di un incendio esploso nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale dell'Università Sanko a Gaziantep, nella Turchia meridionale. Le vittime hanno tutti un'età compresa tra i 56 e gli 85 anni, secondo quanto riferisce l'agenzia turca Anadolu. 

A causare l'incendio sarebbe stata l'esplosione di una bombola di ossigeno, secondo quanto riporta il Guardian. 

L'intervento immediato dei vigili del fuoco e della polizia ha permesso di riportare rapidamente le fiamme sotto controllo. Gli altri 11 pazienti ricoverati nello stesso reparto sono stati trasferiti in ospedali vicini. Sulla vicenda è stata aperta un'inchiesta per accertare le eventuali responsabilità. 

L'epidemia in Turchia

Le unità di terapia intensiva sono attualmente sotto forte stress in tutta la Turchia. Il tasso di occupazione dei letti è pari al 74% a causa dell'epidemia di coronavirus, secondo i dati del governo, con una forte pressione ospedaliera dovuta al numero dei ricoveri.
Venerdì sera il ministero della Salute ha comunicato 26.410 nuovi casi nelle 24 ore precedenti, per un totale 1,98 milioni dall'inizio dell'epidemia. Inoltre si è avuto il record di decessi legati al Covid-19, 246 in un giorno, che portano il bilancio totale a 17.610.

Tags:
Incendio, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook