01:22 03 Marzo 2021
Mondo
URL abbreviato
1111
Seguici su

Ad annunciarle è stato il segretario di Stato USA Mike Pompeo, con un tweet pubblicato sulla sua pagina ufficiale.

Il dipartimento di Stato americano ha introdotto nuove sanzioni all'indirizzo di alcune aziende vietnamite specializzate nel trasporto di risorse energetiche vietnamite in ragione delle relazioni commerciali da esse intrattenute con la Repubblica Islamica iraniana.

A riferirlo in un comunicato è stato il segretario di Stato USA Mike Pompeo:

"Oggi gli Stati Uniti hanno imposto delle sanzioni su cinque soggetti che si sono volontariamente impegnati nel trasporto di prodotti petroliferi e petrolchimici iraniani, gli introiti dei quali contribuiscono a finanziare i loro malvagi scopi. Non ci fermeremo di fronte a coloro che cercano di evitare le sanzioni", si legge nel tweet pubblicato da Pompeo.

Contestualmente, il  dipartimento del Tesoro americano ha imposto delle sanzioni su quattro aziende petrolchimiche, due cinesi e due degli Emirati Arabi Uniti, a loro volta accusate di aver intrattenuto rapporti commerciali con la Compagnia nazionale petrolifera iraniana (NIOC).

La politica americana di massima pressione sull'Iran

Dal maggio 2018, data di uscita degli Stati Uniti dagli accordi sul nucleare di Vienna, l'amministrazione Trump ha iniziato a bersagliare Teheran con la propria politica di massima pressione economica, atta a contrastare quello che Washington considera un Paese connivente del terrorismo internazionale.

La Casa Bianca ha ampliato tali misure restrittive nel corso degli ultimi tre anni, prendendo di mira le maggiori compagnie energetiche iraniane, oltre che tutti quei Paesi accusati da Washington di cooperazione con Teheran.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook