22:51 15 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
130
Seguici su

Un altare di una divinità pagana è stato scoperto durante gli scavi in una chiesa paleocristiana in Israele. Si ritiene che sia stato fatto da un pellegrino greco e poi utilizzato nella costruzione dell'edificio religioso.

Gli archeologi israeliani hanno scoperto un antico altare in onore di una divinità greca che combina le caratteristiche di Zeus e Pan, dio di greggi e pastori. L'artefatto ha circa 1.800 anni, ha detto il quotidiano israeliano Haaretz.

L'altare, fatto di basalto vulcanico, è stato scoperto tra le rovine di una chiesa bizantina nella Riserva Naturale di Banias nel nord di Israele. L'opera è degradata, in quanto è stata utilizzata come pietra da costruzione in una parete della Chiesa del V secolo, con il volto coperto da iscrizioni nascoste.

Il sito in questione era senza dubbio di notevole importanza per i cristiani di epoca bizantina.

Il dono di un pellegrino

L'iscrittore non era un professionista e ha commesso molti errori nello scolpire le lettere sulla pietra. Così ha dovuto incidere le lettere al di fuori del telaio dell’altare rettangolare e ridurre le lettere verso la fine di ogni riga, ha detto un archeologo citato dal giornale. A quanto pare il costruttore della Chiesa non voleva che i fedeli vedessero una dedicazione pagana.

La dedica, scritta in greco, fu probabilmente composta da un pellegrino, un certo Atheneon, figlio di Sosipatros. In esso specifica che l'ha costruito con il suo denaro personale per osservare un voto fatto.

Tags:
Israele, Archeologia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook