11:48 22 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
105
Seguici su

Appena arrivato a Bruxelles per il Consiglio europeo, il premier Conte ha parlato con i giornalisti del Recovery Fund e del ruolo dell'Italia per avviare una nuova stagione europea.

Il Consiglio europeo di oggi e domani dovrà essere risolutivo per lo stallo che blocca il Recovery Fund. Il premier Conte, appena arrivato a Bruxell assicura che i fondi sono in dirittura d'arrivo. 

"Confidiamo di poter superare il veto di Polonia e Ungheria per il Recovery Fund. Siamo nelle ultime ore: c'è stato qualche segnale di avvicinamento e sarebbe importante sbloccare 209 miliardi di euro che servono alla comunità nazionale. Confidiamo di farlo in queste ore", dice. 

Al centro del vertice del 10 e 11 dicembre c'è la riforma del Mes, su cui è stato tolto il veto dell'Italia. Con la risoluzione di maggioranza approvata ieri dal Parlamento italiano, il premier Conte punta ad un ruolo per l'Italia da protagonista di una nuova stagione "del sogno europeo". 

"Oggi e domani saranno giornate dense", ha annunciato il premier. "Ieri c'è stato un passaggio parlamentare che ha sancito la coesione delle forze di maggioranza, un passaggio che - precisa - dà un chiaro mandato a partecipare al Consiglio Europeo per completare la riforma del Mes". "E soprattutto - sottolinea - in prospettiva futura, per giocare un ruolo da protagonista per la Conferenza sul futuro dell'Europa". Nella nuova stagione che si aprirà "l'Italia potrà esprimere la sua energia innovatrice, dando nuova linfa al sogno europeo", conclude Conte.

L'apertura di Orban

"Siamo ad un centimetro dall'intesa", ha detto il primo ministro ungherese Viktor Orban, parlando delle trattative con la Ue su Recovery Fund.  "Oggi saranno importanti: la preparazione è stata abbastanza lunga, con settimane di discussioni. Siamo molto, molto vicini a raggiungere un buon accordo per l'unità dell'Ue".

"Oggi - continua Orban - combattiamo per l'unità del nostro continente e per una vittoria del buon senso. E' ovvio che, quando le nostre nazioni e milioni di persone si trovano in una situazione di reale bisogno a causa della pandemia e delle sue conseguenze economiche, dobbiamo comportarci in modo ragionevole e trovare un modo per avere approcci realistici, per fornire aiuto a chi ha bisogno e assistenza finanziaria per i Paesi che sono in uno stato di reale necessità", conclude.

Il presidente Charles Michel si è detto fiducioso che si possa trovare un'intesa mentre il commissario per gli Affari Economici, Paolo Gentiloni, ha ribadito che non ci sarà una revisione dell'intesa raggiunta a luglio.

Nel caso in cui non si raggiungesse un accordo con Ungheria e Polonia, la presidente della commissione Ue, Ursula Von Der Leyen, è pronta ad andare avanti sul Next Generation Plan con un formato a 25. 

Tags:
consiglio dell'Ue, Bruxelles, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook