01:26 17 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
Tensione nel Nagorno-Karabakh (132)
110
Seguici su

Manifestazioni di massa che esortano il Primo Ministro armeno Nikol Pashinyan a dimettersi, hanno colpito la capitale Yerevan nell'ultimo mese, dopo la firma dell’accordo di cessate il fuoco tra Armenia e Azerbaigian, mediato da Mosca.

Diversi manifestanti che chiedono le dimissioni del Primo Ministro Nikol Pashinyan, hanno tentato di entrare nella sede del Governo a Yerevan, per parlare con il politico. Secondo recenti rapporti, la polizia ha iniziato a trattenere i manifestanti nel centro della città.

Nell'ultima settimana, i manifestanti si sono scontrati con la polizia e circa 100 persone sono state arrestate dalle forze dell'ordine.​

​I disordini in tutto il Paese sono stati causati dal recente conflitto nell'autoproclamata Repubblica del Nagorno-Karabakh. In base a un accordo di cessate il fuoco, concluso tra Armenia e Azerbaigian il 9 novembre, Baku ha preso il controllo della città di Shushi e vaste aree del Karabakh, mentre le forze di pace russe sono state dispiegate anche nei territori contesi per garantire l'accordo.

L'accordo ha causato un forte contraccolpo contro Pashinyan, con il partito di opposizione Dashnaktsutyun (Federazione rivoluzionaria armena) che ne ha chiesto le dimissioni.

Tema:
Tensione nel Nagorno-Karabakh (132)
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook