11:49 24 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
2121
Seguici su

Pechino ha espresso il proprio rammarico per la decisione di Washington di estendere le sanzioni ad altri 14 cittadini cinesi.

Il Ministero degli Esteri di Pechino ha reso noto che il governo cinese è pronto ad approvare delle contromisure per le sanzioni americane a 14 cittadini cinesi in relazione alla questione relativa ad Hong Kong.

La Cina ha quindi esortato Washington a fare un passo indietro su tali misure restrittive annunciate dal Dipartimento del Tesoro nella giornata di ieri.

La portavoce del dicastero, Hua Chunying, ha definito l'atteggiamento degli Stati Uniti "vile e ingiustificato", ribadendo che l'intenzione unica di Pechino è quella di salvaguardare la propria sovranità nazionale.

Le nuove sanzioni americane alla Cina

Ieri, in un comunicato ufficiale, il segretario di Stato americano Mike Pompeo ha riferito che le azioni del Comitato permanente dell'Assemblea nazionale del popolo (NPCSC) incompatibili con la possibilità dei cittadini di Hong Kong di scegliere i propri rappresentanti politici.

Tra i soggetti colpiti dalle sanzioni annunciate ieri da Washington figurano i vicepresidenti del 13° Comitato permanente dell'Assemblea nazionale del popolo Dafeng Cai e Jianming Cao, oltre ad altre figure di spicco dell'amministrazione cinese.

Le misure impediscono agli interessati di viaggiare negli Stati Uniti e prevedono il congelamento dei loro beni nel Paese o in altri contesti posti sotto la giurisdizione americana.

Inoltre, a tutte le persone fisiche e giuridiche americane sarà impedito di intrattenere qualsiasi genere di rapporti commerciali con i cittadini cinesi in questione.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook