11:38 24 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
313
Seguici su

Il presidente della Open Society Foundations di George Soros, Patrick Gaspard, venerdì ha annunciato che si dimetterà dal suo incarico, mentre emergono notizie secondo cui potrebbe unirsi all'amministrazione di Biden.

Secondo Open Society, Gaspard sarà sostituito da Mark Malloch-Brown, l'ex vice segretario generale delle Nazioni Unite e Ministro del Regno Unito, che attualmente fa parte del Global Board delle fondazioni.

“È stato un profondo onore guidare questa organizzazione", ha detto Gaspard nella sua dichiarazione. "Il cambiamento sociale fondamentale non avviene abitualmente in un momento rivoluzionario. Invece, ciò che serve è la partnership di attivisti, governo, e il settore no-profit, collaborando nel tempo e nello spazio in unità e solidarietà. Questo è quello a cui ho lavorato qui in Open Society. Il mio impegno ora sarà quello di rientrare nel mondo della politica e delle idee, dove posso continuare la lotta contro l'oppressione ovunque.”

Soros, miliardario e investitore di origine ungherese, ha elogiato Gaspard come "un campione di tutti i diritti: per i lavoratori, per le donne o per i gruppi meno abbienti".

"La dedizione [di Gaspard] a quei poteri sfidanti è proprio il motivo per cui ho invitato Patrick a unirsi alla società aperta", ha detto Soros. "Ho grande ammirazione per il modo in cui ha guidato le fondazioni in un mondo afflitto da illiberalismo, e lo plaudo.”

Secondo Axios, la mossa di Gaspard di dimettersi alimenta la speculazione su di lui che si unisce alla squadra di Biden, forse come segretario del lavoro.

Gaspard è presidente di Open Society Foundations da gennaio 2018, con posizioni di ambasciatore degli Stati Uniti in Sud Africa e Direttore degli Affari Politici della Casa Bianca tra i suoi incarichi. Ha lavorato su posizioni di governo sotto l'ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama.

Se Gaspard si unisce all'amministrazione Biden, come suggeriscono i rapporti, questo cadrà in linea con la mossa di Biden di nominare diversi funzionari dell'era Obama per posizioni chiave alla Casa Bianca.

Perché l'amministrazione Biden diventi realtà, tuttavia, il democratico deve assicurarsi il voto del Collegio Elettorale, e sarà chiaro se riuscirà a farlo solo dopo il 14 dicembre, quando gli elettori voteranno.

Mentre Open Society Foundations si descrive come "il più grande finanziatore privato al mondo di gruppi indipendenti che lavorano per la giustizia, la governance democratica e i diritti umani", alcuni critici accusano Soros di essere un "burattinaio" dietro la destabilizzazione dei regimi politici e di finanziare movimenti come Black Lives Matter e antifa. Molti sostengono che Soros ha rubato la vittoria di Trump alle elezioni presidenziali del 2020.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook