10:23 21 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
0 40
Seguici su

Tra coloro che possono essere vaccinati non ci sono i prossimi tre astronauti russi che saliranno a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

Un gruppo di astronauti e impiegati del Centro di ricerca e addestramento Gagarin potrebbe essere sottoposto alla vaccinazione con lo Sputnik V. A riferirlo a Sputnik sono delle fonti nell'industria aerospaziale russa:

"Il direttore di Roscosmos Dmitry Rogozin ha assegnato al direttore del Centro di ricerca e addestramento Gagarin Pavel Vlasov e all'Agenzia medico-biologica federale il compito di preparare la squadra al lavoro nel centro per la vaccinazione. Stiamo anche considerando di vaccinare alcuni astronauti", ha riferito.

La fonte ha quindi precisato che anche alcuni impiegati dei cosmodromi di Baikonur e Vostochny potrebbero essere vaccinati, mentre non lo saranno sicuramente i prossimi tre astronauti destinati alla ISS, Oleg Novitskiy, Pyotr Dubrov e Sergei Korsakov. 

Il vaccino Sputnik V

All'inizio di agosto, il Ministero della Salute della Russia ha registrato il primo vaccino al mondo per la prevenzione del COVID-19, sviluppato da specialisti del Centro nazionale Gamaleya con il supporto del RDIF, sulla base della ben studiata piattaforma del vettore dell'adenovirus umano. Si chiama Sputnik V.

In estate, il farmaco ha superato con successo due fasi di ricerca su volontari di età compresa tra 18 e 60 anni, che alla fine hanno sviluppato una risposta immunitaria e anticorpi contro il SARS-CoV-2. La fase di post-registrazione delle prove è iniziata a settembre. Oltre alla Russia, lo studio del farmaco viene effettuato negli Emirati Arabi Uniti, Venezuela, India e Bielorussia.

Una seconda analisi ad interim dei dati di sperimentazione clinica del vaccino ha mostrato un'efficacia del 91,4% il 28° giorno dopo la prima iniezione e di oltre il 95% il 42° giorno.

La terza fase della ricerca coinvolge 40mila volontari, di cui oltre 22mila persone sono stati vaccinati con la prima iniezione, altri 19mila soggetti hanno già ricevuto sia la prima che la seconda iniezione.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook