14:27 24 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
440
Seguici su

L'eurodeputato si è pubblicamente scusato per il proprio comportamento irresponsabile, ma ha negato di aver assunto sostanze stupefacenti.

Jozsef Szajer, europarlamentare ungherese membro del partito conservatore di cui fa parte anche il premier del Paese Viktor Orban, ha rassegnato le proprie dimissioni dopo essere pizzicato ad un festino a base di sesso e droga in un noto gay bar del centro di Bruxelles, il Le Detour.

A riferirlo è il The Guardian, precisando come Szajer si sia dato alla fuga alla vista delle sirene della polizia, che era arrivata sul posto in seguito a delle segnalazioni per la violazione delle normative anti-Covid.

Secondo alcuni testimoni, l'eurodeputato del partito Fidesz, noto per le sue posizioni omofobe, avrebbe tentato di far perdere le proprie tracce calandosi da una finestra al primo piano ma avrebbe finito per procurarsi un infortunio. 

La portavoce del Procuratore di Bruxelles, Sarah Durant, ha riferito che Szajer è stato trovato sprovvisto di documenti e che aveva con sé delle sostanze stupefacenti illegali.

Le scuse dell'eurodeputato

Dopo le sue dimissioni, arrivate nella giornata di domenica, Szajer si è pubblicamente scusato, definendo il proprio comportamento "irresponsabile" ma negando di aver assunto qualsivoglia sostanza stupefacente.

"Un articolo di giornale pubblicato sulla stampa belga oggi riguardo ad una festa svoltasi venerdì a Bruxelles, e alla quale ho partecipato. Dopo che la polizia ha chiesto chiarimenti sulla mia identità, dal momento che non avevo con me la carta d'identità, ho dichiarato di essere un europarlamentare. Non ho fatto uso di droghe", ha dichiarato Szajer.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook