23:59 05 Marzo 2021
Mondo
URL abbreviato
6610
Seguici su

L'ex presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha raccontato a "The Late Show" di Stephen Colbert di sentire la mancanza della "affascinante" vita da presidente rivelando che avrebbe desiderato candidarsi per un un terzo mandato, ma solo qualora fosse potuto restare dietro le quinte lasciando tutte le mansioni formali a qualcun altro.

Barack Obama, il primo presidente afroamericano della storia del suo Paese, ha rivelato il proprio apprezzamento per il lavoro presidenziale e ha chiarito che, potendo restare dietro le quinte, avrebbe gradito poter servire ancora una volta come capo di stato.

"Se avessi potuto fare un accordo per poter restare dietro le quinte, con un frontman, e questo avesse potuto avere un auricolare e io fossi potuto restare nel mio garage guardando tutte le cose da lontano, forse avrei potuto in qualche modo tirare le fila lasciando parlare qualcun altro durante le cerimonie, e questo mi sarebbe andato bene perché trovo questo lavoro affascinante", ha dichiarato l'ex capo di stato americano.

Nel corso della sua intervista, rilasciata per promuovere la sua biografia, Obama si è poi scagliato contro l'attuale presidente Donald Trump, stigmatizzando in particolar modo l'atteggiamento di quest'ultimo in relazione all'esito delle attuali elezioni e la sua intenzione di non voler concedere la sconfitta, chiedendo a Joe Biden di dimostrare la legalità dei circa 80 milioni di voti ottenuti dal candidato democratico

"E' come se in una partita del Superbowl la squadra sconfitta pretendesse che i goal non valgano 3 punti o che il touchdown non ci sia stato per davvero", ha detto Obama.

Obama potrebbe correre per un terzo mandato?

Dopo che il primo presidente degli Stati Uniti George Waashington rifiutò di correre per la rielezione in seguito al suo secondo mandato, nel Paese è sempre stata in vigore una regola non scritta che prevedeva che nessun candidato potesse candidarsi per un ulteriore mandato. Tale prescrizione è stata tuttavia 'violata' da due presidenti nella storia americana: Ulysses S. Grant e Theodore Roosevelt.

Negli anni della Grande Depressione poi fu Franklin Delano Roosevelt a mettere definitivamente fine alla tradizione dell'impossibilità di candidarsi per un terzo mandato, correndo per un terzo e addirittura un quarto mandato negli anni della Grande Depressione e della Seconda guerra mondiale.

Preoccupato per il rischio di un possibile accentramento del potere nel Paese, il Congresso americano nel 1947, a due anni dalla morte di Roosevelt, approvò il 22° emendamento della Costituzione che di fatto impedisce a chiunque di candidarsi per un terzo mandato.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook