23:49 05 Marzo 2021
Mondo
URL abbreviato
2112
Seguici su

I militari delle forze armate britanniche si stanno preparando per la vaccinazione di massa della popolazione contro il COVID-19 a Bristol: le autorità locali stanno organizzando un centro di vaccinazione in uno degli stadi della città.

In precedenza le autorità sanitarie inglesi avevano affermato che la vaccinazione di massa nel Paese sarà avviata nella primavera del 2021 e sarà esclusivamente volontaria.

Sottoporsi al vaccino contro il coronavirus sarà possibile presso un policlinico locale o un centro di vaccinazione mobile.

I medici britannici hanno già ricevuto l'ordinazione di prepararsi per la vaccinazione e di avviarla non appena il farmaco sarà disponibile e approvato dal regolatore.

I medici vaccineranno i cittadini del Paese contro il coronavirus ogni giorno, sette giorni alla settimana e 12 ore al giorno.

"I lavori sulla realizzazione del programma di vaccinazione sono coordinati con i militari. Il consiglio comunale fornisce consulenza e guida, il gruppo di lavoro locale gestisce l'allestimento del centro", ha dichiarato un portavoce del consiglio comunale di Bristol in una nota.

Il portavoce ha osservato che i militari si sono già messi a lavoro nel sito in cui viene allestito il centro di vaccinazione.

La Gran Bretagna ha ordinato oltre 350 milioni di dosi di vaccini contro il coronavirus per i suoi cittadini:

  • 100 milioni di dosi del vaccino sviluppato dall'Università di Oxford e AstraZeneca (attualmente nella fase tre della sperimentazione)
  • 40 milioni di dosi del vaccino BioNTech/Pfizer (fase tre della sperimentazione)
  • 60 milioni dosi del vaccino Novavax (fase tre della sperimentazione)
  • 60 milioni di dosi del vaccino Valneva (negli studi preclinici)
  • 60 milioni di dosi del vaccino di GSK/Sanofi (nella prima fase degli studi clinici)
  • 30 milioni di dosi del vaccino Janssen (seconda fase degli studi) 
  • 5 milioni di dosi del vaccino Moderna.

Il segretario alla Sanità del Regno Unito Matt Hancock ha dichiarato nella scorsa settimana che la vita nel Paese tornerà alla normalità dopo la seconda ondata di pandemia entro Pasqua nella primavera del 2021.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook