00:48 20 Gennaio 2021
Mondo
URL abbreviato
4163
Seguici su

La nuova controversa legge, approvata martedì scorso dalla camera bassa del parlamento francese, criminalizza la pubblicazione di immagini di agenti delle forze dell'ordine.

Le proteste sono continuate nella notte a Parigi con i manifestanti indignati contro il nuovo "disegno di legge sulla sicurezza" che ritengono essere una violazione della libertà di stampa.

I dimostranti più radicali sono stati visti bruciare veicoli e bidoni della spazzatura e lanciare fumogeni contro gli agenti, che sono stati schierati in gran numero per ristabilire l'ordine.

​Altri filmati sui social mostravano poliziotti picchiati violentemente dai manifestanti, con alcuni che avrebbero perso conoscenza.

​All'inizio della giornata, la polizia ha usato gas lacrimogeni e cannoni ad acqua per disperdere i manifestanti, che hanno lanciato pietre e lanciato fumogeni e petardi contro i poliziotti.

​Secondo l'ultimo aggiornamento della Prefettura di Polizia di Parigi, almeno 23 agenti sono rimasti feriti a seguito degli scontri, ma per la portata della violenza, tale cifra potrebbe crescere ulteriormente. A livello nazionale almeno 37 agenti hanno riportato ferite, ha dichiarato il ministro dell'Interno francese Gerald Darmanin.

​La controversa legge è stata approvata martedì dalla camera bassa del parlamento francese, scatenando immediatamente un'ampia ondata di indignazione nell'opinione pubblica, soprattutto tra i giornalisti. Il disegno di legge prevede la reclusione di un anno e una multa di 45.000 euro per la pubblicazione di immagini di agenti di polizia e gendarmi che potrebbero potenzialmente provocare danni fisici e psicologici nei loro confronti.

Tags:
Polizia, Emmanuel Macron, Manifestazione, Proteste, Parigi, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook