17:42 13 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
419
Seguici su

Netanyahu ha paragonato le donne agli animali durante un discorso in occasione della Giornata Internazionale per l'Eliminazione della Violenza contro le Donne.

Bufera su Benjamin Netanyahu per una clamorosa gaffe durante una conferenza contro la violenza di genere.

Proprio in occasione della Giornata Internazionale per l'Eliminazione della Violenza contro le Donne, il premier israeliano ha paragonata le donne agli animali, affermando che "le donne sono animali con diritti". 

“Una donna non è un animale che puoi picchiare, e difatti oggi diciamo di non picchiare gli animali. Abbiamo compassione per gli animali, le donne sono animali, i bambini sono animali, con diritti", ha detto il premier parlando davanti al Knesset, il parlamento israeliano.

​Le parole di Netanyahu hanno scatenato una fortissima polemica nell'opinione pubblica israeliana, che si è indignata dinnanzi al paragone fra le donne e gli animali. 

Il primo ministro si è giustificato dicendo si tratta di una frase estrapolata da un discorso più ampio. 

L'ufficio del presidente ha cercato di chiarire le sue parole attraverso un comunicato per placare la polemica. 

"Il primo ministro Netanyahu, che oggi ha parlato dal profondo del cuore dei diritti delle donne e contro ogni violenza nei loro confronti, ha fornito solo un esempio di abuso in una piccola parte del suo discorso, riferendosi anche alla crudeltà sugli animali, ma in nessun modo ha preteso di confrontare i due ", si legge nella nota.

Il discorso di Netanyahu si è tenuto alla vigilia della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne che si celebra in tutto il mondo il 25 novembre. 

Tags:
donne, Violenza, Benjamin Netanyahu, Israele
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook