16:01 24 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 50
Seguici su

I test diagnostici sui quasi 300.000 abitanti della città verranno effettuati in soli tre giorni, a partire da domenica 22 novembre.

La città di Manzhouli, nella Cina settentrionale, sarà sottoposta a un nuovo lockdown quasi totale. I 300.000 abitanti della città portuale, il più grande porto terrestre della Cina al confine con la Russia, verranno sottoposti ai test per il coronavirus in seguito al ritrovamento di due casi di positività. Finché le autorità non concluderanno i test con il tracciamento dei contagi la città resterà in quarantena.

Lo riferisce l'agenzia cinese Globaltimes.

I due casi di positività riguardano una coppia ad alto rischio.

  • Il marito è un operatore sanitario
  • la moglie lavora come domestica.

Ancora non è chiara la fonte del contagio. Il complesso residenziale dove vive la coppia è stato isolato per impedire la diffusione del virus. 

Le misure di emergenza per evitare la diffusione dei contagi prevedono la sospensione delle attività di tutti i locali pubblici, ad eccezione dei negozi che forniscono beni quotidiani essenziali ai cittadini.

Dopo l'annuncio dei due casi confermati, i residenti locali si sono messi in fila per acquistare cibo e generi di prima necessità nei supermercati, dove i prezzi rimangono normali.

Le scuole, gli asili, gli istituti di formazione e le scuole professionali sono state temporaneamente chiuse e hanno predisposto la didattica on line, afferma un avviso emesso domenica dall'ufficio dell'istruzione locale.

Le autorità hanno invitato la popolazione locale a ridurre i viaggi e le corse di treni e autobus sono state sospese.

L'allerta, intanto si è diffusa nelle regioni confinanti.

Da questo sabato sono stati creati dei punti di ispezione nelle stazioni ferroviarie, dei bus e all'uscita delle autostrade nelle regioni vicino a Manzhouli, per controllare e schermare le persone che erano arrivate dalla città portuale dal 7 novembre, richiedendo loro di sottoporsi a test e di essere strettamente monitorate dalle comunità. 

Lo scorso ottobre, dopo il ritrovamento di un focolaio in un ospedale, i 9 milioni di abitanti della città di Qingdao sono stati sottoposti ai test in soli cinque giorni.

Tags:
Coronavirus, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook