19:14 29 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
211
Seguici su

La protesta anti-governativa è esplosa questo sabato dopo l'approvazione di una legge di bilancio per il 2021 con importati tagli alle risorse per l'istruzione, la salute e la lotta per i diritti umani.

La sede del Congresso guatemalteco è andata in fiamme dopo l'irruzione di centinaia di manifestanti in protesta contro i tagli della legge di bilancio del governo. Una parte importante della struttura è stata consumata dalle fiamme, secondo quanto hanno riferito i vigili del fuoco. Il budget da circa 12,7 miliardi di dollari approvato dal Congresso prevede una riduzione dei fondi dedicati alle cure dei malati Covid. In 7.000 hanno manifestato davanti al parlamento in protesta. 

A fronte di un ingente taglio alle risorse da destinare a ​l'istruzione, la lotta per i diritti umani, la lotta contro la malnutrizione, il governo ha rafforzato ministeri come Infrastrutture e Alloggi, che nel paese sono tradizionalmente considerati un bottino per politici corrotti.

Nonostante la protesta sia stata convocata per le 2 del pomeriggio, ora locale, già al mattino centinaia di persone hanno raggiunto la piazza. I manifestanti rivendicano il veto al bilancio, trasparenza nella spesa pubblica e controllo dei deputati, molti dei quali coinvolti in inchieste per corruzione.

​La piazza ha preso di mira anche la Corte suprema di giustizia e il procuratore generale, Consuelo Porras , per la loro mancanza di azione nel procedimento penale su questioni come la corruzione. 

Protestas antigubernamentales en Guatemala, el 21 de noviembre de 2020
© REUTERS / LUIS ECHEVERRIA
Proteste contro il governo in Guatemala, 21novembre 2020

Le proteste guatemalchesi hanno avuto una forte eco internazionale e diverse persone si sono radunate davanti alle ambasciate del Guatemala in Messico, Germania e Argentina per esprimere la propria solidarietà ai manifestanti. 

​In Messico le autorità hanno chiamato una pattuglia della polizia per monitorare le persone che protestavano davanti alla sede diplomatica, secondo quanto si apprende sui social. 

​Il presidente del Guatemala respinge atti di vandalismo

Il capo di Stato Alejandro Giammattei ha condannato gli atti di vandalismo che hanno caratterizzato la protesta di piazza.

"Ribadisco che hai il diritto di manifestare secondo la legge. Ma non possiamo permetterti di vandalizzare con proprietà pubbliche o private. Chi sarà coinvolto in questi atti criminali sopporterà tutto il peso della legge", ha scritto Giammattei nel suo account del social network Twitter.

​Il presidente ha aggiunto che valuterà opportune modifiche al testo approvato dal congresso, durante una riunione con settori e gruppi sociali. 

 

Le proteste sono iniziate questo giovedì 19 novembre. La situazione ha subito un peggioramento dopo che il vicepresidente del Guatemala, Guillermo Castillo , ha proposto a Giammattei le dimissioni congiunte, visto il malcontento generato dall'approvazione di un bilancio senza precedenti, che aumenterà il debito del Paese.

 

 

Tags:
America Latina, Proteste, Guatemala
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook