07:06 02 Dicembre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 80
Seguici su

Nuovi avvistamenti del gigantesco mammifero nelle acque della Georgia del Sud e delle Isole Sandwich, da dove era scomparso mezzo secolo fa a causa della caccia di frodo.

La balenottera azzurra antartica, animale a rischio di estinzione, è ricomparsa nelle acque della Georgia del Sud e delle Isole Sandwich, da dove era sparita ormai mezzo secolo fa a causa del bracconaggio. 

Se tra il 1998 e il 2018, durante le ricerche effettuate al largo dell'arcipelago nell'Oceano Atlantico meridionale, era stato registrato un solo avvistamento dell'animale, una spedizione nei mesi scorsi e le analisi di un team internazionale di esperti hanno portato a ben 58 avvistamenti e vari rilevamenti acustici.

Le balene azzurre erano numerose nella Georgia del Sud, prima che la caccia legale prima e illegale poi portassero a una vera e propria mattanza.

Le ultime spedizioni - guidate dal British Antarctic Survey, dallo Swiss Polar Institute Antarctic Circumnavigation Expedition e dal governo della Georgia del Sud, finanziate anche da associazioni ambientaliste - hanno fatto però rinascere la speranza, portando infatti all'identificazione di 41 esemplari, nessuno dei quali corrisponde ai 517 presenti nell'attuale catalogo fotografico della balenottera azzurra antartica.

Secondo Susannah Calderan dell'Associazione scozzese per la Scienza marina, autrice principale di uno studio sul tema pubblicato sulla rivista 'Endangered Species Research', è ancora ignoto il motivo preciso per cui le balenottere azzurre abbiano impiegato decenni per tornare in quell'area, forse perché la mattanza aveva portato la specie a perdere la memoria dell'habitat prediletto. 

Magari si tratta di un primo, grande passo, come si augura Jennifer Jackson del British Antarctic Survey, a capo della spedizione del 2020, in seguito all'istituzione dell'area marina protetta dichiarata dal governo della Georgia del Sud.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook