18:04 25 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
6133
Seguici su

Lo stato del Wisconsin, che dispone di 10 grandi elettori, consente a qualsiasi candidato di richiedere un nuovo conteggio delle schede elettorali se il margine tra i due principali contendenti è inferiore all'1%, come nel caso delle elezioni presidenziali del 2020.

Il quartier generale di Trump ha annunciato che richiederà un nuovo conteggio delle schede elettorali in due contee del Wisconsin, Milwaukee e Dane, citando le "peggiori irregolarità" che vi avrebbero avuto luogo durante le elezioni presidenziali del 2020.  

Come hanno confermato le autorità dello Stato, lo staff ha già trasferito i 3 milioni di dollari necessari per coprire i costi del riconteggio.

"La Commissione elettorale del Wisconsin ha ricevuto un bonifico dallo staff di Trump per 3 milioni di dollari. Nessuna petizione è stata ancora ricevuta, ma lo staff ha fatto sapere che una sarà presentata oggi", ha reso noto la commissione.

Lo staff ha citato presunti casi di schede illegalmente alterate o emesse pur se assenti in sede di voto nello Stato come motivo del riconteggio. Hanno anche accusato i funzionari del governo statale di fornire consigli "illegali" agli elettori, consentendo di aggirare le leggi locali sulla loro identità.

"Le persone del Wisconsin meritano di sapere se i suoi processi elettorali hanno funzionato in modo legale e trasparente. Purtroppo non ci si può fidare dell'integrità dei risultati elettorali senza un riconteggio in queste due contee e l'applicazione uniforme dei requisiti relativa alle schede non emesse durante il voto in Wisconsin", ha detto Jim Troupis, avvocato del Wisconsin che lavora con lo staff di Trump.

La battaglia legale di Trump per contestare i risultati delle elezioni

La richiesta di un nuovo conteggio delle schede elettorali arriva mentre il presidente Donald Trump e il suo staff continuano a denunciare la presunta "frode elettorale" che si suppone abbia avuto luogo il 3 novembre e durante tutto il processo di conteggio delle schede elettorali in diversi Stati. Trump ha elencato una vasta gamma di violazioni, che vanno dalla gestione impropria delle schede per posta giunte in ritardo al presunto impedimento agli osservatori del Partito Repubblicano di monitorare il conteggio dei voti in diversi Stati.

Finora è stato determinato solo un caso di conteggio dei voti improprio. Una contea nello stato del Michigan ha erroneamente assegnato 6 mila per i repubblicani ai democratici, presumibilmente a causa di un problema tecnico nel software sviluppato dalla società Dominion Voting Systems. Trump ha promesso di richiedere il riconteggio in dozzine di contee che hanno utilizzato lo stesso sistema.

Le leggi del Wisconsin consentono le richieste di riconteggio delle schede elettorali se i risultati dello Stato mostrano che il margine tra i due principali contendenti è inferiore all'1%, sebbene la parte richiedente dovrà coprire i costi della procedura. Trump è dietro Biden in Wisconsin del 48,94% contro il 49,57% dei voti, con un margine di circa 20 mila preferenze. Esistono leggi simili in Pennsylvania, dove però Trump non soddisfa il requisito di margine dello 0,5%, perdendo contro Biden del il 48,83% contro il 50,02%. La situazione è la stessa in Arizona, dove Trump è dietro delle 0,2% su Biden, con il margine necessario per consentire il riconteggio dello 0,1%

Tuttavia il candidato repubblicano può richiedere un riconteggio in Nevada e uno obbligatorio è in corso in Georgia. Trump ha perso in entrambi gli Stati, per un totale di 24 grandi elettori. Il Wisconsin, dove avrà luogo un riconteggio, conta 10 grandi elettori. Trump ha anche promesso di contestare i risultati delle elezioni in Pennsylvania (20 grandi elettori) e Arizona (11 grandi elettori) con una raffica di azioni legali. Il presidente in carica attualmente conta il voto di 38 grandi elettori in meno del suo rivale. 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook