18:15 28 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
4115
Seguici su

La partita potrebbe essere riaperta nello stato della Georgia, dove dopo il riconteggio delle schede di alcune contee Biden continua a guidare con uno scarto di poco superiore ai 13.000 voti.

Durante il riconteggio delle schede nella Floyd County, nello stato americano della Georgia, sono stati identificati 2.600 voti che non erano originariamente state inserite nel computo elettorale.

A riportarlo è il New York Times, specificando che a determinare l'errore sarebbe stato il mancato caricamento dei voti da una memory card nella macchina per il conteggio dei voti.

Nelle schede ritrovate 865 voti sono stati attribuiti al candidato democratico Joe Biden mentre 1.643 sono andati al presidente in carica Donald Trump, che ha così ridotto a circa 13.200 i voti di distacco dall'avversario in questo stato chiave.

Secondo i dati forniti in precedenza, l'ex vice di Barack Obama aveva un vantaggio pari a circa 14.000 voti in Georgia, dove il tycoon ha denunciato brogli elettorali.

A tal proposito, l'attuale inquilino della Casa Bianca ieri ha rivendicato ancora una volta la propria vittoria nelle elezioni presidenziali, annunciando la propria intenzione di voler intentare una serie di cause legali al fine di far valere le proprie ragioni.

​Le elezioni negli USA

Le elezioni presidenziali americane hanno avuto luogo lo scorso 3 novembre, ma il risultato è ancora in bilico in quanto l'attuale presidente americano Donald Trump ha denunciato brogli in vari stati chiave tra cui la Pennsylvania e la Georgia.

Due giorni fa le emittenti americane hanno riportato che Joe Biden si sarebbe assicurato anche quest'ultimo stato, dopo che nella giornata precedente era stato dato vincente anche in Pennsylvania.

Qualora tali risultati fossero confermati, il candidato democratico avrebbe la vittoria in tasca con 306 grandi elettori contro i 232 di Trump.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook