17:11 24 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 15
Seguici su

La proposta sarà valutata dal Parlamento di Ankara nei prossimi giorni e potrebbe determinare lo stanziamento di un contingente turco nel Paese dell'Asia centrale.

L'ufficio della presidenza turca ha presentato una mozione al Parlamento per l'invio di truppe turche in Azerbaigian. A riferirlo è l'agenzia di stampa Anadolu, spiegando che le camere valuteranno tale proposta nei prossimi giorni.

Il Cremlino, commentando tale mossa, l'ha definita "una procedura interna" alla Turchia, spiegando che la presentazione di una simile mozione pertiene agli affari interni di Ankara.

La proposta della presidenza turca arriva dopo che la settimana scorsa il capo di stato Recep Tayyip Erdogan aveva confermato la siglatura di un memorandum congiunto con la Russia per la creazione di un centro di controllo per il rispetto del cessate il fuoco nella regione contesa del Nagorno-Karabakh.

Mosca, a tal proposito, ha sempre sottolineato che Russia e Turchia avrebbero cooperato attraverso un centro situato in territorio azero e non ha mai fatto riferimento a "forze di pace congiunte".

Lo stesso portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha chiarito che nella dichiarazione congiunta tra Russia, Armenia e Azerbaigian non era stata fatta alcuna menzione della Turchia.

Il cessate il fuoco nel Nagorno-Karabakh

In precedenza i leader di Russia, Armenia e Azerbaigian avevano adottato una dichiarazione congiunta sul cessate il fuoco nel Nagorno-Karabakh. Secondo quanto affermato dal presidente russo Vladimir Putin, da martedì 10 novembre è iniziato un cessate il fuoco totale nel Nagorno-Karabakh, l'Azerbaigian e l'Armenia hanno promesso di arrestarsi sulle posizioni occupate a partire dall'inizio del conflitto lo scorso 27 di settembre e hanno acconsentito ad uno scambio di prigionieri di guerra.

E' stato inoltre stabilito che nel Karabakh sarà schierato un contingente delle forze di pace  della Federazione Russa nel Nagorno-Karabakh costituito da 1.960 militari, 90 veicoli corazzati da trasporto e 380 unità di equipaggiamento militare.

Il premier armeno Nikol Pashinyan ha osservato nella sua dichiarazione su Facebook che questo accordo è stata una decisione estremamente difficile per lui. A sua volta il presidente azerbaigiano Ilham Aliyev ha definito la firma del documento come una resa dell'Armenia.

In un'intervista al corrispondente di Sputnik pubblicata nella giornata di venerdì, il comandante del contingente di pace russo, Rustam Muradov, ha confermato che sia l'Armenia che l'Azerbaigian stanno rispettando il cessate il fuoco e che la situazione nella regione è in fase di stabilizzazione.

 

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook