04:04 29 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
14719
Seguici su

In alcuni casi i tafferugli sono sfociati in veri e propri scontri, con gli attivisti antifa che hanno addirittura bloccato un intero hotel dove erano alloggiati i sostenitori di Trump.

Migliaia di attivisti pro-Trump si sono radunati nella giornata di sabato a Washington D.C. per chiedere altri quattro anni di presidenza per l'attuale capo di stato americano e denunciare i presunti brogli avvenuti nel corso delle elezioni tenutesi lo scorso 3 di novembre.

Un corteo prevalentemente pacifico è stato tuttavia caratterizzato da momenti di alta tensione, quando, nei pressi della Casa Bianca, sulla scena sono intervenuti gli attivisti dell'antifa e dei gruppi anti-Trump, che si sono resi protagonisti di violenti alterchi e di tentativi di aggressione ai danni dei supporter del tycoon.

Come riferito dal corrispondente di Sputnik, si è assistito a scene in cui bandiere o altri oggetti quali cappellini e striscioni con la scritta MAGA [Make America Great Again, il motto di Donald Trump, ndr] sono stati strappati via ai manifestanti, o addirittura a intere famiglie con bambini inseguite da attivisti violenti.

Sul posto sono ovviamente intervenute le forze di polizia, che si sono attivate per evitare il deterioramento della situazione e l'insorgenza di scontri eccessivamente violenti, talora utilizzando anche lo spray al peperoncino per mettere in fuga gli attivisti più facinorosi.

In particolare, come mostra una sequenza filmata registrata sul posto, un cordone è stato dispiegato attorno all'hotel Capital Hilton, letteralmente preso d'assalto da un gruppo ostile in quanto al suo interno alloggiava un gruppo di supporter filo-trumpiani.

Ancora una volta, la polizia si è vista costretta ad intervenire impiegando la forza per evitare episodi di vandalismo ai danni delle autovetture parcheggiate nei pressi dell'hotel.

In altri video è possibile vedere altri attivisti prendersela con un piccolo stand di prodotti pro-Trump, quali magliette e cappellini, addirittura dei fuochi d'artificio esplosi nei pressi di un ristorante dove alcune persone stavano cenando, una persona gettata a terra e presa a calci e un anziano sostenitore del presidente degli USA picchiato e sul quale è stato versato un qualche sorta di liquido.

Diversi arresti sono stati effettuati dalle forze di polizia, che hanno poi creato dei cordoni di sicurezza per garantire il deflusso dei partecipanti al corteo pro-Trump.

 

Le elezioni negli Stati Uniti 

Le elezioni presidenziali americane hanno avuto luogo lo scorso 3 novembre, ma il risultato è ancora in bilico in quanto l'attuale presidente americano Donald Trump ha denunciato brogli in vari stati chiave tra cui la Pennsylvania e la Georgia.

Ieri le emittenti americane hanno riportato che Joe Biden si sarebbe assicurato anche quest'ultimo stato, dopo che nella giornata precedente era stato dato vincente anche in Pennsylvania.

Qualora tali risultati fossero confermati, il candidato democratico avrebbe la vittoria in tasca con 306 grandi elettori contro i 232 di Trump.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook