18:39 25 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 50
Seguici su

L'attuale amministrazione statunitense sta ancora valutando la proposta della Russia di estendere di un anno il nuovo START (Trattato di riduzione delle armi strategiche), la palla è nelle loro mani, ha detto in un'intervista a Sputnik l'ambasciatore russo alle Nazioni Unite Vassily Nebenzia.

L'ambasciatore russo alle Nazioni Unite Vassily Nebenzia ha dichiarato che l'amministrazione USA sta ancora valutando la proposta russa di estendere di un anno il trattato 

"Abbiamo dato il consenso ad alcune cose, ma abbiamo detto che questa sarebbe stata l'ultima concessione. (...). Adesso la palla è nelle loro mani. Ne stanno ancora discutendo, non abbiamo ancora ricevuto risposta", ha detto Nebenzia.

Mentre la Russia ha accettato la proroga di un anno, ha affermato che non accetterà alcuna condizione aggiuntiva, ha ricordato il diplomatico.

"Con questa amministrazione (quella del presidente in carica degli Stati Uniti Donald Trump), ci siamo quasi avvicinati all'estensione, anche se una proroga di un anno invece di cinque anni. Questo problema non è ancora finito. Siamo partiti da lontano. All'inizio volevano solo non prorogare l'accordo. Tuttavia, ci siamo quasi avvicinati alla proroga, almeno per un anno, il che dovrebbe dare un certo margine di tempo" ha continuato Nebenzia.

A metà ottobre, il presidente russo Vladimir Putin ha suggerito di estendere l'accordo, che scade a febbraio, di un anno senza alcuna condizione e di discutere tutti i parametri di controllo degli armamenti durante l'anno.

Mosca inizialmente ha spinto per una proroga di cinque anni, prevista nell'accordo, mentre Washington era favorevole all'abbandono del Nuovo START e passare alla firma di un nuovo accordo, ma poi ha dichiarato la volontà di estendere il trattato di un anno e proporre determinate condizioni. L'estensione di un anno non era l'unico desiderio degli Stati Uniti, ha ricordato Nebenzia.

Il trattato New START

Il trattato New START, siglato nel 2010, scadrà il 5 febbraio 2021, sebbene esso preveda la possibilità di estenderlo fino al 2026.

L'accordo prevede la riduzione della metà dei vettori per il lancio di missili strategici e quello delle testate nucleari dislocabili a 1500.

New START è attualmente l'ultimo trattato di sulla riduzione delle armi nucleari firmato da Stati Uniti e Russia dopo la scadenza del Trattato INF e la Russia ha manifestato ripetutamente la volontà di prolungarlo.

Correlati:

Lavrov: La Russia è pronta a estendere il trattato New START per la riduzione delle armi nucleari
Per Lavrov le condizioni di Washington per preservare il trattato New START sono irrealistiche
Guterres chiede a Russia e Stati Uniti di accordarsi sull'estensione del trattato New START
Tags:
USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook