17:25 25 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
Tensione nel Nagorno-Karabakh (121)
241
Seguici su

Lunedì il presidente russo Vladimir Putin, il presidente azero Ilham Aliyev e il primo ministro armeno Nikol Pashinyan hanno firmato una dichiarazione congiunta su un nuovo cessate il fuoco in Nagorno-Karabakh, entrata in vigore oggi.

Il ministero della Difesa armeno ha annunciato martedì che le ostilità sul fronte del Nagorno-Karabakh sono cessate.

"Le ostilità attive lungo tutta la linea del fronte sono cessate. Dalle 06:00 locali la situazione è stabile. Il contingente di pace russo è stato schierato nell'Artsakh (nome armeno per il Karabakh)", ha affermato il portavoce del Ministero della Difesa armeno, Shushan Stepanyan.

La dichiarazione arriva dopo l'annuncio del primo ministro del Paese, Nikol Pashinyan, nel quale ha affermato che gli scontri nella regione dilaniata dal conflitto "non sono del tutto cessati".

L'ultima escalation nel Nagorno-Karabakh

I combattimenti sulla linea di contatto nel Nagorno-Karabakh sono iniziati il ​​27 settembre.

Armenia e Azerbaigian si sono accusati a vicenda di aver riacceso il conflitto, denunciando bombardamenti di centri abitati da entrambe le parti.

L'Armenia ha dichiarato la legge marziale e - per la prima volta - la mobilitazione generale. In Azerbaigian è stata invece introdotta una mobilitazione parziale.

I leader di Russia, Stati Uniti e Francia hanno invitato le parti opposte a porre fine agli scontri e a impegnarsi ad avviare negoziati senza precondizioni. La Turchia ha dichiarato che fornirà all'Azerbaigian qualsiasi sostegno richiesto sullo sfondo di un altro aggravamento della situazione nel Nagorno-Karabakh.

 

Tema:
Tensione nel Nagorno-Karabakh (121)

Correlati:

Nagorno-Karabakh, dispiegamento delle forze di pace russe nella zona del conflitto
Putin: "Contingente di pace russo sulla linea di contatto in Nagorno Karabakh"
Dispiegate le forze di pace russe in Nagorno-Karabakh - Video
Tags:
Nagorno-Karabakh
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook