14:05 28 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
614
Seguici su

Sebbene i risultati ufficiali delle elezioni presidenziali statunitensi del 2020 non siano ancora stati pubblicati, l'autoproclamatosi presidente eletto Joe Biden avrebbe già lanciato un piano di transizione per affrontare le sfide chiave nel Paese e invertire diverse politiche dell'amministrazione Trump.

Joe Biden potrebbe nominare l'ex presidente Barack Obama per la carica di ambasciatore americano nel Regno Unito, ha riportato l'Express ha citato una fonte anonima come detto.

"Ho sentito che c'è la possibilità che Obama possa essere chiesto (per la carica di ambasciatore) come ringraziamento", ha affermato la fonte, in un apparente cenno a Biden che è stato vicepresidente sotto Obama tra il 2009 e il 2017.

I media britannici hanno riferito che una potenziale mossa per nominare Obama come ambasciatore potrebbe rivelarsi piuttosto imbarazzante per il primo ministro britannico Boris Johnson, date le sue precedenti osservazioni ostili sull'ex presidente degli Stati Uniti.

Nel 2016, ad esempio, l'allora sindaco di Londra Johnson ha scritto un articolo per The Sun, in cui ha commentato la decisione di rimuovere il busto dell'iconico primo ministro britannico Winston Churchill dall'ufficio ovale poco dopo che Obama è diventato presidente.

"Alcuni hanno detto che era un affronto per la Gran Bretagna. Alcuni hanno detto che era un simbolo dell'antenata antipatia del presidente in parte keniota per l'impero britannico, di cui Churchill era stato un fervente difensore", ha affermato Johnson. Il busto è stato effettivamente prestato allo Studio Ovale per tutta la durata della presidenza di George W. Bush.

Tommy Vietor, un ex portavoce del presidente Obama, ha twittato la scorsa settimana che "non dimenticheranno mai" i "commenti razzisti su Obama e la devozione servile a Trump" di Johnson.

A Vietor ha fatto eco il senatore Chris Coons, candidato a diventare Segretario di Stato di Biden, il quale ha affermato che le osservazioni di Johnson su Obama erano qualcosa che "certamente non è stato ben accolto da parte mia".

I commenti sono arrivati ​​pochi giorni dopo che Johnson si è congratulato con Biden per la sua prevista vittoria elettorale alle elezioni presidenziali americane del 3 novembre, definendo Washington come il più "importante alleato" di Londra.

Biden si è dichiarato presidente eletto alla fine della scorsa settimana, poco dopo essere stato definito "vincitore" dalla maggior parte delle principali reti di notizie statunitensi.

Il presidente in carica Donald Trump, tuttavia, ha rifiutato di concedere la vittoria, insistendo sul fatto che la corsa elettorale è "tutt'altro che finita" e giurando di intentare più azioni legali contro quelli che ha descritto come voti "fraudolenti" espressi in una serie di "swing State" durante le elezioni.

Correlati:

Obama-rama vs Village GOPeople: il ritorno di Obama aiuterà davvero Biden?
Presidenziali Usa 2020, Biden gioca la carta Obama
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook