03:55 28 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
503
Seguici su

Il presidente del Consiglio Europeo ha proposto ai paesi membri dell'UE di valutare la possibilità di creare un istituto europeo per la formazione degli Imam di moschee.

"Ritengo che sia necessario creare un istituto europeo per la formazione degli Imam nell'UE, per assicurarci che gli imam siano preparati in Europa", ha affermato Michel in una conferenza stampa congiunta con il cancelliere austriaco Sebastian Kurz a Vienna.

Il presidente del Consiglio Europeo si è recato nella capitale austriaca per discutere della lotta al terrorismo e all'estremismo nel contesto dei recenti attentati in Francia e Austria.

Secondo Michel, tutti gli europei dovrebbero riconoscere il primato delle leggi secolari, in quanto "è una condizione imprescindibile per la convivenza nel rispetto reciproco sulla base dei valori comuni". Questo, a suo avviso, dovrebbe essere preso in considerazione nella formazione agli imam.

Allo stesso tempo, Michel ha riconosciuto che la radicalizzazione dei giovani spesso avviene in Europa, nonostante il fatto che molti di loro siano nati in paesi europei e siano stati istruiti nelle scuole europee.

Il capo del Consiglio Europeo ha inoltre esortato ad attivare la cooperazione sul monitoraggio dei radicali già noti ai servizi di intelligence europei, in particolare a quelli tornati da zone di guerra, ad esempio dalla Siria.

"E' anche necessario prevenire i finanziamenti esteri, che mirano a sostenere le organizzazioni che provocano odio ed estremismo. Abbiamo bisogno di misure efficaci ed efficienti per lavorare in questo campo", ha sottolineato.

Lo scorso lunedì a Vienna si è verificata una serie di sparatorie. Nel mirino dell'aggressore è finita anche una sinagoga. L'attacco è stato riconosciuto dalle autorità austriache come un attentato terroristico. Uno dei terroristi è stato ucciso, le forze dell'ordine sono impegnate nella ricerca dei suoi possibili complici. Il bilancio delle vittime dell'attacco è di cinque persone, compreso il terrorista stesso, che secondo il ministero degli Interni austriaco era sostenitore del gruppo terroristico ISIS. Il giorno successivo l'organizzazione jihadista ha rivendicato l'attacco.

Ad ottobre attentati terroristici si sono verificati anche in Francia. Il 29 ottobre a Nizza un uomo ha ucciso tre persone in un attacco all'arma bianca avvenuto all'interno della Basilica di Notre Dame. Il sospetto, originario della Tunisia, è stato fermato. Due settimane prima, nel comune di Conflans-Sainte-Honorine, vicino a Parigi, è stato decapitato l'insegnante di storia Samuel Paty, che aveva mostrato vignette del profeta Maometto alle lezioni dedicate alla libertà di parola.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook