18:47 28 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
240
Seguici su

Non si placano le proteste e le manifestazioni negli Stati Uniti dopo l'annuncio del raggiungimento della soglia legale di 270 grandi elettori da parte del candidato democratico Joe Biden.

Continua il clima di ansia post-elettorale negli Stati Uniti, con un'altra giornata che è stata caratterizzata da manifestazioni di piazza, perlopiù pacifiche a dire il vero, ma anche da qualche localizzato scontro con le forze di polizia e da mancati confronti tra sostenitori di Biden da una parte e di Trump dall'altra.

Le scene di maggior tensione si sono verificate nello stato del Michigan, uno di quelli risultati decisivi per la vittoria del candidato democratico. In diverse città, tra cui Lansing, i sostenitori del presidente uscente sono scesi in strada per far sentire la propria voce al grido di "stop the steal" (fermate il furto).

Proprio in quest'ultima, dopo qualche ora, i trumpiani sono stati raggiunti nei pressi del Campidoglio dai dimostranti del gruppo Black Lives Matter, che hanno tentato di interrompere la dimostrazione pro-tycoon, e proprio in questo contesto si sono verificati alterchi tra cittadini fedeli ad una parte o all'altra.

In un video, apparso sul web, è possibile vedere un giovane sostenitore del BLM accusare un manifestante trumpiano per aver rotto il suo megafono, con quest'ultimo che è però tornato sui suoi passi restituendo una somma di denaro congrua.

L'atmosfera si è finalmente distesa , quando le due parti hanno convenuto sul tenere un dibattito civile sulle scalinate del Campidoglio.

Tensione anche nella cittadina di Ann Arbor, nel medesimo stato del Michigan, dove gli attivisti del BLM hanno eretto delle barricate bloccando le strade e arrivando in qualche situazione allo scontro con la polizia.

Le manifestazioni negli Stati Uniti

Sin dal momento dell'annuncio del raggiungimento da parte di Joe Biden della soglia legale di 270 grandi elettori per la nomina alla presidenza degli Stati Uniti, le città americane sono state teatro di imponenti manifestazioni di piazza

Da una parte i sostenitori del tycoon tentano di mettere in discussione il risultato delle votazioni gridando alle frodi e ai brogli, mentre dall'altra gli elettori di Biden esprimono il proprio supporto al candidato democratico.

Le elezioni presidenziali americane

Nonostante i risultati ufficiali della tornata elettorale non siano ancora stati ufficializzati e in diversi stati si continuino a contare i voti, diversi leader mondiali e celebrità hanno espresso le proprie congratulazioni a Joe Biden e Kamala Harris per l'elezione, rispettivamente, a presidente e vicepresidente degli Stati Uniti d'America.

Nella giornata di venerdì, Joe Biden è stato dichiarato vincitore dello Stato della Pennsylvania, stato in cui è riuscito a superare Trump nonostante quest'ultimo il 3 novembre guidasse con uno scarto di oltre 500.000 voti.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook