08:28 02 Dicembre 2020
Mondo
URL abbreviato
191
Seguici su

La decisione della Corte Suprema arriva in seguito ai reclami presentati dal Partito Repubblicano nello stato del Midwest.

Samuel A. Alito, giudice associato della Corte Suprema degli Stati Uniti ha emesso nella giornata di venerdì un ordine esecutivo che impone alle commissioni elettorali dello stato della Pennsylvania, dove le operazioni di spoglio sono ancora in corso, di separare le schede ricevute dopo le 20:00 ora locale dello scorso 3 novembre, giorno delle elezioni presidenziali americane.

Nel documento viene indicato alle autorità di mantenere le schede in questione "dentro un contenitore sicuro, protetto, sigillato e separato dalle altre schede" e, in caso di schede già contate, viene fatta richiesta di tenerle separate dalle altre.

La decisione della Corte Suprema arriva dopo che il Partito Repubblicano aveva avanzato delle accuse contro la Segretaria di Stato della Pennsylvania, Kathy Boockvar, affermando che non in tutte le commissioni elettorali dello stato le schede del voto per corrispondenza sarebbero state seperate come previsto da una circolare del 28 ottobre scorso.

Allo stesso tempo, il giudice Alito ha di fatto reso nulli altri reclami dei repubblicani, che chiedevano anche una contabilizzazione specifica delle schede arrivate dopo la chiusura dei seggi.

Sin dalla chiusura dei seggi elettorali, il presidente americano Trump ha denunciato brogli sul conteggio delle schede negli stati cosiddetti battleground, ovvero quelli da cui dipende l'esito definitivo delle elezioni presidenziali USA.

Le elezioni negli USA

Le elezioni presidenziali si sono svolte negli Stati Uniti martedì 3 novembre. I risultati delle votazioni di diversi Stati quali Pennsylvania, Georgia, Nevada e North Carolina non sono ancora noti.

Secondo i calcoli dei principali canali televisivi americani, il candidato democratico Joe Biden è in testa, per la vittoria finale ha bisogno di ottenere almeno 6 grandi elettori.

In questo senso, potrebbe risultare decisivo lo stato del Nevada, che da solo basterebbe a consegnare le chiavi della casa Bianca all'ex vice di Barack Obama, anche se il vantaggio acquisito in altri stati quali Georgia e Pennsylvania lascia più strade al candidato democratico per raggiungere la vittoria.

 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook